11 dicembre 2017
Aggiornato 18:00
Via Germagnano

Paura al campo nomadi di via Germagnano, fuoco e fiamme a due passi dal canile

I vigili del fuoco hanno lavorato più di un’ora per spegnere l’incendio divampato da un cumulo di rifiuti. La situazione è gravissima e con l’arrivo dell’estate rischia di peggiorare ulteriormente

Ennesimo incendio al campo nomadi di via Germagnano (© Diario di Torino)

TORINO - Un problema senza fine. Si potrebbe tranquillamente descrivere così la situazione del campo nomadi di via Germagnano. Fuochi, fiamme e fumi tossici sono all’ordine del giorno: l’ultimo incendio, in ordine cronologico, è divampato qualche giorno fa a due passi dal rifugio Enpa dove i volontari ospitano e curano diversi cani.

Vigili del fuoco al lavoro per domare le fiamme
Ingente il dispiegamento di mezzi dei vigili del fuoco, che sono giunti sul posto e hanno domato le fiamme in poco più di un’ora. Sul posto anche la polizia e la polizia municipale, che hanno cercato di accertare l’origine dell’ennesimo rogo. Pare che l’incendio sia divampato vicino alla parte non abusiva del campo: a bruciare un cumulo di rifiuti accumulato in un spiazzo, in una zona dove i nomadi sono soliti ammucchiare il materiale più ingombrante. Tanta la paura tra le persone che vivono nei pressi di via Germagnano e che ancora una volta sono stati costretti a «respirare veleno», anche se il timore più grande c’è stato per il canile dell’Enpa, a due passi dalle fiamme. 

Provvedimenti in attesa dello sgombero
L’episodio ribadisce ancora una volta quanto sia ormai grave il problema del campo nomadi di via Germagnano: i residenti del quartiere sono esasperati, i vigili hanno l’obbligo di non sostare per più di due ore all’interno dell’area del campo. Anche i dipendenti Amiat che lavorano a due passi dai campi abusivi, negli ultimi tempi sono stati costretti ad evacuare a causa dei roghi e dell’aria irrespirabile. Non è un caso quindi che il consiglio comunale abbia richiesto un biomonitoraggio della salute dei cittadini, in attesa che il campo venga sgomberato come promesso da Chiara Appendino.

ESCLUSIVA: VIAGGIO DENTRO IL CAMPO NOMADI DI VIA GERMAGNANO