14 dicembre 2017
Aggiornato 01:00
Vaccinaziono

Vaccini obbligatori per andare al nido: «Vaccinare tutti entro settembre è impossibile»

I bambini da vaccinare in Piemonte sarebbero oltre 22mila, per 264 sedute tra vaccini e richiami; Il tutto da attuare prima dell'inizio della scuola al modico costo di 7 milioni di euro. Dalla Regione sottolineano delle criticità

Vaccinazione - Immagine d'archivio (© Ansa Foto)

TORINO - Il decreto approvato (e non ancora pubblicato) dal Governo impone l'obbligo di vaccinazione per i bambini da 0 a 6 anni. Approvato il decreto iniziano i problemi logistici per applicarlo. I bambini da vaccinare in Piemonte sarebbero oltre 22mila per 264 sedute tra vaccini e richiami; Il tutto da attuare prima dell'inizio della scuola al modico costo di 7 milioni di euro per coprire le spese degli antidoti. Non è semplice.

Prenotazioni
In Regione Piemonte non si respira un'aria di ottimismo. Applicare le 12 vaccinazioni passate obbligatorie prima dell'inizio dell'anno sembra impossibile. Antonio Saitta, assessore regionale per la Sanità, appare scettico: affinchè il decreto sia applicabile per i bambini piemontesi è necessario innanzitutto dare una mano alle Asl di compentenza avviando un sistema di prenotazioni. In questo modo anche i bambini che a settembre non saranno ancora vaccinati, potranno dimostrare di aver quanto meno effettuato la prenotazione.

Finanziamenti
Un altro problema all'ordine del giorno dell'agenda dell'assessore alla Sanità regionale riguarda i finanziamenti. Sette milioni da spendere in vaccini non sono poca cosa e per questo motivo la Regione ha richiesto al Governo un finanziamento per anticipare i fondi previsti per le vaccinazioni di modo da rendere più agevole l'organizzazione di tutta l'operazione.