21 ottobre 2019
Aggiornato 04:00
Notte di follia in piazza San Carlo

A petto nudo, braccia al cielo e con uno zaino in spalle: la bravata di tre ragazzi?

Potrebbe esserci una bravata all’origine del panico che si è scatenato ieri in piazza San Carlo. Digos e pubblico ministero hanno interrogato tre giovani durante tutto il giorno
Il ragazzo a petto nudo con lo zaino in spalle
Il ragazzo a petto nudo con lo zaino in spalle ANSA

TORINO - Non è ancora chiaro che cosa abbia scatenato la psicosi da tentato attacco terroristico nella folle serata di piazza San Carlo, ma stanno emergendo nuovi elementi che di fatto disegnano un quadro diverso da quanto era emerso sino a ora. Per tutto il giorno due ragazzi sono stati interrogati da Digos e dal pubblico ministero Antonio Rinaudo, forse coinvolti in una bravata o forse informati semplicemente dai fatti. Non arrivano conferme, ma dagli uffici si sa solo che le indagini stanno procedendo, grazie anche alle tantissime testimonianze fatte spontaneamente da chi era in piazza a vedere la partita.

Un uomo con lo zainetto, chi è?
Dalla visione di un filmato di una tv privata si vede un ragazzo che a petto nudo e con uno zainetto in spalle alza le braccia come se addosso avesse una bomba. La ripresa è stata fatta poco dopo il terzo gol del Real Madrid, esattamente quando in piazza è scoppiato il panico. Intorno al giovane si è rapidamente creato il vuoto, è rimasto lontano da chiunque, con molti che proprio in quel momento hanno iniziato la corsa verso il nulla. Questa è una delle immagini che potrebbero dare una spiegazione a quanto successo, ma che gli investigatori stanno cercando di chiarire. Potrebbero essere tre le persone coinvolte che avrebbero dato il via al caos e il procurato allarme. Aggiornamenti nelle prossime ore.