21 ottobre 2019
Aggiornato 01:30
Aeroporto "Sandro Pertini"

Con due cobra nel bagaglio prova a partire per Londra, fermato un trentenne a Caselle

Li aveva occultati nella valigia dentro due barattoli e sperava che nessuno se ne accorgesse. Invece la guardia di finanza lo ha beccato. Ora rischia una sanzione fino a 15mila euro

CASELLE TORINESE - Nella valigia aveva 130 sigari prestigiosi di origine cubana, dal valore complessivo di oltre 3.500 euro, e così, per eludere i controlli della guardia di finanza, ha ritirato la valigia per ultimo nonostante fosse scesa già da diversi minuti sul rullo, ma invece che passarla liscia, ha attirato l’attenzione dei finanzieri. E il perché lo si è capito appena aperto il bagaglio. Nonostante l’uomo, Z.M. trentaseienne commercialista torinese di ritorno da una vacanza a Cuba, ha dichiarato che erano per «uso personale», dovrà ora rispondere di contrabbando di tabacchi lavorati esteri e pagare una sanzione amministrative di 6mila euro. Tutto questo per evitare di pagare i dazi doganali.

Due cobra in valigia
Poche ore dopo la scoperta dei sigari, allo scalo «Sandro Pertini» è stato fermato un uomo in partenza per Londra che in valigia aveva occultato due barattoli con all’interno altrettanti cobra. Il trentenne albanese fermato non ha saputo giustificare il possesso dei serpenti tantomeno l’uso che ne volesse fare: ora rischia una sanzione fino a 15mila euro.