19 ottobre 2019
Aggiornato 12:00
Eventi a Torino

Inizia il Salone dell’Auto: attese 800mila persone al Valentino, aumentata la sicurezza

Dopo i fatti di sabato in piazza San Carlo sono state aumentate le misure di sicurezza per il Salone dell’Auto che prende il via oggi. Fino a domenica sono attese 800mila persone al parco del Valentino

TORINO - Dopo la finale di Champions League che ha radunato decine di migliaia di persone in piazza San Carlo - ed è noto come purtroppo è finita - da questo pomeriggio Torino si troverà a dover fare i conti con il Salone dell’Auto che ha l’obiettivo di portare 800mila spettatori fino a domenica nel parco del Valentino. Un numero impressionante ed è per questo che il sistema di sicurezza, già studiato nei minimi particolari dopo gli ultimi attentati terroristici, è stato implementato e rivisto alla luce della notte di panico collettivo di piazza San Carlo. A far da attrattiva ci sono 44 case automobilistiche a cui si aggiungono 17 centri di stile, un’area per i test drive e gli stand degli sponsor.

Controlli e sistemi di protezione
A differenza della serata di sabato, in cui al termine della partita o poco dopo sarebbe finito tutto (soprattutto vista la sconfitta della Juventus), il Salone dell’Auto ha altri ritmi e altri orari. Da domani a domenica il parco del Valentino sarà vivo dal primo pomeriggio, ore 14, e fino a mezzanotte. Questo farà sì che controllare sarà più complesso, ma sul «come» non ci dovrebbero essere problemi. Innanzitutto si è badato a fermare le auto e i furgoni impazziti, la caratteristica degli ultimi attentati in Europa. Gli accessi di corso Cairoli e del Borgo Medievale sono stati protetti con tre barriere metalliche in posizione sfalsata abbellite da fioriere in cemento, proprio come sono state messe in piazza Cln e in via Roma. A questi due ne è stato aggiunto un terzo all’ultimo, davanti al castello del valentino. Tutti gli accessi al Salone sono presidiati dagli uomini della Protezione Civile e dai volontari: nella prima edizione erano 400, lo scorso anno 350, quest’anno il numero è salito a 600. Insieme a loro ci saranno, immancabili, gli agenti di polizia, i "civich" della municipale e i carabinieri.