18 ottobre 2019
Aggiornato 00:30
Una notte al Museo

Una notte al Museo: incantevoli visite guidate alla Reggia di Venaria al chiaro di luna

L'appuntamento speciale verrà organizzato la sera del 7 luglio, quando sarà possibile ammirare i beni culturali della Venaria Reale in una visita guidata unica. Ecco prezzi, orari e modalità di partecipazione

VENARIA REALE - Il chiaro di luna, l’eleganza della Reggia di Venaria e una sera d’estate. Un quadro affascinante, non trovate? Eppure, tutto questo sarà possibile grazie a «Una notte al Museo», un evento che permette di svolgere una visita notturna alla Reggia di Venaria, la residenza sabauda alle porte di Torino.

Una notte al Museo, come partecipare all'iniziativa
L’appuntamento, organizzato venerdì 7 luglio, rientra in quella serie di eventi organizzati dalla rassegna «Sere d’Estate alla Reggia»: la Venaria Reale aprirà le sue porte fino a tarda sera, per permettere di organizzare visite guidate speciali. Una notte al museo indimenticabile, dove a trionfare saranno il fascino, la bellezza e la magia. Per partecipare è obbligatorio prenotare telefonicamente o via mail, ai seguenti recapiti: 011853670, 3487643915/916, info@barburin.com, turismo@barburin.com. Il costo della visita? 6 euro, più il biglietto d’ingresso di 10 euro (gratuito per i possessori della Tessera Musei). L’appuntamento è fissato per le ore 20:40 alla biglietteria della Reggia: c’è tempo fino alle 23 per visitare la residenza sabauda.

La Reggia di Venaria, un gioiello alle porte di Torino
Progettata e costruita tra il 1658 e il 1679 su progetto dell’architetto Amedeo di Castellamonte, la Reggia di Venaria è una delle principali residenze sabaude in Piemonte. Il complesso della Venaria, oggi patrimonio dell’UNESCO, fu commissionato dal duca Carlo Emanuele II, come base per le battute di caccia nel territorio circostante. La Reggia ha successivamente subito numerose modificazioni che l’hanno portata all’aspetto attuale. Veri gioielli sono la Galleria Grande, la Cappella di Sant'Uberto e la Citroniera, progettati nella prima metà del Settecento dal genio di Filippo Juvarra. Nel 2007, la Reggia è stata restituita alla fruizione del pubblico, dopo otto anni di restauri.