21 ottobre 2019
Aggiornato 01:30
Piemonte

Piemonte Pride 2017, l'assessore Giusta: «Scenderò in piazza come Marco, come attivista e come gay»

La manifestazione che l scorso hanno ha coinvolto olre centomila persone quest'anno si svolgerà il 17 giugno e sarà improntata sul tema "A Corpo Libero".  L'assessore comunale Marco Giusta: «Ricordo tutti i Pride cui ho partecipato, l’emozione di sfilare, i discorsi dal palco, le ore di lavoro e l’orgoglio in quanto Marco, in quanto attivista, in quanto uomo gay».
Torino Pride 2016
Torino Pride 2016 ANSA

TORINO - Un passo importante per la città di Torino che, quest'anno, per la prima volta, aderisce con una delibera di Giunta, alla Giornata Internazionale per i Diritti Umani e Civili delle persone LGBTQI (lesbiche, gay, bisessuali, transessuali/transgender, queer e intersessuali) denominata «Piemonte Pride». La proposta è partita dell’assessore alle Pari Opportunità Marco Giusta che dichiarato a proposito: «Ricordo tutti i Pride cui ho partecipato, l’emozione di sfilare, i discorsi dal palco, le ore di lavoro e l’orgoglio in quanto Marco, in quanto attivista, in quanto uomo gay».

Piemonte Pride 2017
Nel 2016 il Torino Pride ha coinvolto più di centomila persone, confermandosi come la più partecipata manifestazione del territorio dedicata al riconoscimento dei diritti di tutte e tutti. Dal "Piemonte Pride" di quest'anno non ci si aspetta nulla di meno. La manifestazione torinese si svolgerà il 17 giugno e sarà improntata sul tema "A Corpo Libero".  Verranno affrontati argomenti quali l’autodeterminazione e la libertà individuale nella sua accezione più ampia, ma non solo. Molte le questioni all’ordine del giorno tra cui, per esempio, l’estensione degli stessi diritti riconosciuti alle coppie eterosessuali in fatto di matrimonio, adozioni e riconoscimento del genitore non biologico. «Per questo Piemonte Pride è nuovamente con orgoglio che scenderò in piazza», ha dichiarato l'assessore Giusta «un orgoglio un po’ differente, che porta con sé la forte responsabilità di continuare a essere in prima linea, a ogni passo, perché i diritti di tutte e di tutti siano rispettati nelle Istituzioni, nelle piazze, nelle strade e nelle nostre vite»