19 ottobre 2019
Aggiornato 11:00
Vaccinazioni

Chiamparino a favore dei vaccini: «Sono una scelta di civiltà»

Il decreto-legge del 7 giugno introduce l'obbligo delle vaccinazioni per l’accesso alla scuola. Il presidente regionale, Sergio Chiamparino, ha espresso ancora una volta la sua posizione favorevole in merito alla questione vaccini
Il decreto-legge del 7 giugno introduce l'obbligo delle vaccinazioni per l’accesso alla scuola
Il decreto-legge del 7 giugno introduce l'obbligo delle vaccinazioni per l’accesso alla scuola ANSA

TORINO - Il presidente della Giunta regionale, Sergio Chiamparino, ha espresso ancora una volta la sua posizione favorevole in merito alla dibattutissima questione vaccini. Chiamparino ha definito la vaccinazione come una "scelta di civiltà", soprattutto per i più deboli, che hanno meno strumenti di conoscenza. Il presidente della Regione Piemonte ritiene infatti giusto dare alle fasce più deboli della popolazione ragionevoli certezze che i loro bambini saranno al riparo dalle malattie, tanto più in un quadro epidemiologico in sempre più rapido cambiamento.

Il decreto di Governo
Le dichiarazione di Chiamparino arrivano in merito al decreto-legge del 7 giugno n. 73, che introduce l'obbligo delle vaccinazioni per l’accesso alla scuola. Il presidente Chiamparino si trova quindi saldamente schierato al fianco dell'assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta in merito al tema delle vaccinazioni.  Stando al decreto recentemente approvato la mancata vaccinazione comporterà l'impossibilità di iscriversi ad asili nido e scuole materne (riguarderà cioè solo i bambini da 0 a 6 anni). Per le scuole dell'obbligo invece la mancata vaccinazione sarà punita con una multa nei confronti dei genitori.