21 ottobre 2019
Aggiornato 01:30
Torino Pride

Torino Pride, si sfila in silenzio in piazza San Carlo in memoria di Erika Pioletti 

La sfilata partirà da piazza Carlo Felice e attraverserà via Roma fino a raggiungere piazza San Carlo, dove il Coordinamento Torino Pride ha chiesto a tutti coloro che parteciperanno di sfilare in assoluto silenzio, in memoria di Erika Pioletti, la donna che ha perso la vita in seguito ai tragici avvenimenti del 3 giugno
Torino Pride 2016
Torino Pride 2016 ANSA

TORINO - Partirà oggi, sabato 17 giugno, alle ore 16, la coloratissima sfilata del Torino Pride che, come ogni anno, popola le strade della città. Quest'anno però l'atmosfera è un po' diversa: il Coordinamento Torino Pride ha infatti chiesto a tutti coloro che parteciperanno di osservare il più assoluto silenzio durante il passaggio in piazza San Carlo, in memoria di Erika Pioletti, la donna di appena 38 anni che ha perso la vita in seguito ai tragici avvenimenti del 3 giugno. 

Il messaggio degli organizzatori
«Noi tutti e tutte crediamo che il lutto si porti nel cuore» affermano quelli del Coordinamento con un post apparso su Facebook alla vigilia dell'evento «e che ogni manifestazione di cordoglio pubblico in circostanze come queste possa lasciare indifferenti e che un momento come questo vada vissuto intimamente. Il Coordinamento Torino Pride nella vicinanza con la famiglia di Erika inviterà tutti i partecipanti alla parata a osservare il silenzio durante il passaggio in piazza San Carlo e chiede alla famiglia di indicare un ente o un'associazione alla quale Erika fosse legata a cui poter fare una donazione perché la memoria non sia breve e serva a tutti e tutte noi come monito per il futuro e per la comune sicurezza». La sfilata partirà da piazza Carlo Felice e attraverserà via Roma fino a raggiungere piazza San Carlo. Osservato il minuto di silenzio, la sfilata continuerà attraverso via Pietro Micca e Via Cernaia, svolterà poi in corso San Martino per concludersi in piazza Statuto.

Il tema sicurezza
L'anno scorso hanno partecipato al Torino Pride oltre 100mila persone, dato che, alla luce degli avvenimenti di piazza San Carlo, porta alla ribalta in tema della sicurezza. A tal proposito prendono la parola ancora una volta gli organizzatori dell'evento ribadendo il divieto assoluto emanato dal Prefetto di acquistare bottiglie di vetro e lattine dai venditori abusivi e proibendo l'abbandono di queste per la strada. «Per il resto che il Pride sia gioioso, felice e orgoglioso» concludono quelli del Coordinamento. Si ricorda infine che la Smat (Società Metropolitana Acque Torino) allestirà lungo tutto il percorso 5 punti per la distribuzione gratuita dell'acqua.