19 agosto 2017
Aggiornato 15:00
Cronaca

Scoperta discarica abusiva, sequestrati rifiuti pericolosi a Torrazza Piemonte

Pneumatici, macerie, mobili, materassi, elettrodomestici in disuso, oltre che più di 1500 metri quadrati di coperture in amianto. Questo quanto ritrovato dai militari in alcuni capannoni vicino al centro abitato di Torrazza Piemonte

Discarca abusiva a Torrazza Piemonte (© Carabinieri)

TORRAZZA PIEMONTE - Nel corso di un controllo nelle immediate vicinanze del centro abitato di Torrazza Piemonte, i carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Torino e L’Arpa (Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale) di Settimo Torinese hanno individuato diverse tonnellate di rifiuti di vario genere, da tempo accumulati all’interno di alcuni capannoni di proprietà di una società immobiliare e di costruzioni.

Una discarica non autorizzata
Le numerose cisterne metalliche danneggiate, i macchinari, i pneumatici, le macerie da cantiere edile, i mobili, i materassi e gli elettrodomestici in disuso, oltre che più di 1500 metri quadrati di coperture in amianto, hanno costituito un vero e proprio deposito permanente di rifiuti privo di qualsiasi autorizzazione.

Il proprietario
L'intervento dei militari, oltre che a quantificare i vari rifiuti presenti  (alcuni dei quali classificati come pericolosi), è servito a mettere in sicurezza l’area evitando conseguenze per l’ambiente. E' stato  inoltre imposto al proprietario il regolare smaltimento dei materiali, al fine di evitare che il Comune di Torrazza Piemonte si trovasse a doversi assumere gli oneri per la rimozione dei rifiuti. L'uomo, un imprenditore di Chivasso, è stato quindi denunciato per gestione illecita di rifiuti pericolosi e si sta attivando a rimuovere i materiali seguendo l’apposito programma concordato con gli operatori.