21 ottobre 2019
Aggiornato 02:00
Cronaca

San Giovanni, notte di festa ma non per tutti: 2 denunciati nella «piazza blindata»

La macchina della sicurezza ha funzionato e le persone che hanno deciso di assistere allo spettacolo pirotecnico hanno partecipato a un evento in totale tranquillità: due «furbetti» sono stati denunciati
Sindaca, Prefetto e Questore in piazza Vittorio prima dei fuochi di San Giovanni
Sindaca, Prefetto e Questore in piazza Vittorio prima dei fuochi di San Giovanni ANSA

TORINO - Ha funzionato la macchina della sicurezza messa in piedi durante i festeggiamenti di San Giovanni. Allo spettacolo pirotecnico hanno partecipato 26.132 persone, in una notte «filata liscia» senza alcun incidente anche grazie ai minuziosi controlli effettuati dalle forze dell’ordine, presenti in divisa e in borghese.

Le due persone denunciate dalle forze dell'ordine
Due le persone denunciate dalle forze dell’ordine: si tratta di un cittadino del Bangladesh di 38 anni, pizzicato con 47 birre di bottiglie da 0,33 cl di birra di vetro e 17 bottigliette d’acqua da 0,50 cl. Il materiale è stato sequestrato. Una seconda persona, titolare di un minimarket, è stato denunciato per aver violato l’ordinanza del prefetto (vendita di birra in bottiglie di vetro) e per aver violato l’ordinanza della sindaca (vendita dopo le ore 20).

Sindaca, Prefetto e Questore: sinergia per la sicurezza
Nella Centrale Operativa della Questura è stata allestita la Sala Operativa Congiunta composta da qualificati responsabili delle Forze di Polizia, della Polizia Municipale, del Servizi Sanitario, dei Vigili del Fuoco, dell’Amiat, del Comitato Organizzatore e della Protezione Civile. Tutti i componenti della Sala Operativa Congiunta hanno potuto seguire, in diretta, lo svolgimento della manifestazione attraverso un articolato sistema di telecamere implementato per l’occasione; inoltre, grazie ad un’innovativa applicazione informatica, dalla Sala Operativa Congiunta, è stato possibile verificare, in tempo reale, l’afflusso delle persone che erano entrate nell’area ad accesso controllato e limitato. Nel tardo pomeriggio, il Prefetto di Torino Renato Saccone, la Sindaca di Torino Chiara Appendino e il Questore di Torino Angelo Sanna erano presenti in Piazza Vittorio Veneto e, in seguito, hanno visitato la Sala Operativa congiunta.