18 ottobre 2019
Aggiornato 01:30
Cronaca

Topi tra turisti e torinesi in piazza XVIII Dicembre, un pessimo biglietto da visita per la città

I roditori hanno fatto le tane nelle aiuole dietro le panchine e si muovono liberamente proprio vicino all’uscita della metropolitana, dove ogni giorno passano torinesi, pendolari e turisti. I residenti hanno segnalato da tempo un problema che rischia di danneggiare l’immagine della città

TORINO - Piazza XVIII Dicembre è senza dubbio uno dei luoghi più trafficati di Torino: ogni giorno in quel luogo transitano migliaia di torinesi, diversi turisti, pendolari che arrivano con il treno a Porta Susa e… topi. Sì, avete letto bene. Da diverse settimane infatti, i roditori hanno «preso casa» proprio in piazza, nel lato opposto rispetto alla vecchia stazione. Corrono indisturbati nei marciapiedi, passano tra i piedi dei passanti di fretta. Un pessimo biglietto da visita per la città di Torino, un’immagine degradante e inaccettabile.

Bidoni dell'immondizia usati come "mensa", tane tra le aiuole
La situazione, come detto, è nota ormai da diverse settimane. Pare infatti che i topi abbiano edificato le loro tane dentro le aiuole che separano i portici dalle panchine e dallo spiazzo centrale: non è così strano vederli correre dai cespugli verso i cassonetti dell’immondizia, la cui presenza non aiuta di certo a mandare via gli ospiti indesiderati, anzi. La presenza di topi è più frequente durante le ore serali, quando il via vai si affievolisce, ma non è insolito notare la presenza dei roditori anche alla luce del sole. Servirebbe quindi un’immediata derattizzazione e la pulizia delle aiuole: questo è quello che chiedono da tempo i residenti. Qualcuno li ascolterà?