21 ottobre 2019
Aggiornato 01:30
'Ndrangheta

Torino, duro colpo alla ‘Ndrangheta: 11 arresti, sequestrato il «tesoro della malavita»

L'operazione, condotta in Piemonte, Lombardia e Calabria, ha permesso di arrestare undici persone e di sequestrare beni immobili, conti correnti, auto e oggetti di valore
Maxi operazione contro la 'Ndrangheta condotta dai Carabinieri
Maxi operazione contro la 'Ndrangheta condotta dai Carabinieri Carabinieri

TORINO - Continua senza sosta la lotta alla ‘Ndrangheta: nelle scorse ore, una maxi operazione condotta in Calabria, Piemonte e Lombardia ha permesso di arrestare ben 11 persone ritenute responsabili di associazione a delinquere di stampo mafioso, tentato omicidio, usura, estorsione, rapina, danneggiamento, incendio, detenzione illegale di armi e munizioni. Le ordinanze cautelari sono state emesse dal Gip di Torino.

Maxi sequestro
I militari sono intervenuti nelle prime ore di mercoledì 28 giugno, nelle province di Torino, Varese, Reggio Calabria, Cosenza e Chivasso. Durante l’operazione sono stati sequestrati beni immobili, società e attività commerciali, polizze vita, autovetture di grossa cilindrata, conti correnti, cassette di sicurezza, gioielli, orologi di lusso e contanti. Numerosi gli episodi riscontrati negli ultimi cinque anni: spicca senz'altro la sparatoria avvenuta a Chivasso nell'estate del 2012 e che ha costretto uno degli uomini arrestati sulla sedia a rotelle. Oltre a questo episodio eclatante, i carabinieri hanno scoperto accertato diverse attività di estorsione ai danni dei commercianti del territorio, soprattutto nel settore degli autolavaggi e del commercio di vetture.