21 ottobre 2019
Aggiornato 02:30
Restyling urbano

Panchine wifi e posacenere per la nuova pedonalizzazione: la rivoluzione in via Monferrato

Da fine agosto partiranno i lavori che porteranno via Monferrato a un cambiamento radicale. Nove i mesi di cantiere che porteranno in dote anche la riqualificazione di via Santorre di Santarosa e di via Romani

TORINO - Lastricata in pietra di Luserna, con un cordolo centrale in ciottoli, marciapiedi coerenti, con la posa di binderi ed elementi di arredo urbano, e ancora panchine dotate di wi-fi per la ricarica di cellulari e a elementi di illuminazione che rendano piacevole anche il transito serale e punti di luce sul selciato, a ridosso dei passi carrai. Nove mesi di lavoro, a partire da fine agosto, porteranno queste e altre migliorie in via Monferrato dove è pronta una riqualificazione che porterà in dote anche la pedonalizzazione del tratto centrale della città. La «ristrutturazione» sarà effettuata a tratti, in una concertazione permanente con commercianti e cittadini per contenere i disagi, che permetterà di restituire i 260 metri della storica via al passeggio e alla funzione commerciale.

ALTRE NOVITÀ - In via Monferrato sembra essere pronta una vera e propria rivoluzione. Oltre a tutte le migliorie e le installazioni già annunciate, ci sarà spazio per archetti portabiciclette, posacenere agli incroci, totem all’inizio e alla fine della strada per indicare gli esercizi commerciali. Ma non solo: vi è anche l’impegno della ditta Edil Europa Srl, l’impresa di Torino che si è aggiudicata i lavori, a riqualificare contestualmente al cantiere di via Monferrato i tratti di via Santorre di Santarosa, tra via Cosmo e corso Casale, e di via Romani con la sostituzione delle lastre rotte e il rifacimento del tappeto stradale.

COMPENSAZIONI AMBIENTALI - Oltre alla riqualificazione della via, è anche prevista la pulizia del belvedere sul Po, all’altezza della diga Michelotti, con l’installazione di panchine, la posa di pavimentazione in pietra e la messa a dimora di arbusti e piante, in sostituzione delle essenze seccate. Sarà inoltre sistemata la recinzione dello spazio giochi di corso Giovanni Lanza ed effettuata la pulizia della fontana in bronzo delle quattro stagioni, con la sistemazione del selciato, al di là della chiesa della Gran Madre.