19 ottobre 2019
Aggiornato 11:30
Cultura - musei

Torino, ai Musei Reali l'aperitivo culturale al tramonto

Dall'1 al 16 luglio grazie all’«Aperitivo Reale» sarà possibile visitare le dieci stanze di grande fascino dell’appartamento della Regina Elena, normalmente chiusi al pubblico
I Musei Reali propongono l’Aperitivo Reale
I Musei Reali propongono l’Aperitivo Reale Shutterstock

TORINO - I Musei Reali sono i protagonisti dell’estate torinese e ospitano nella Piazzetta l’edizione 2017 di «Torino Estate Reale», la rassegna di spettacoli realizzata dalla Città di Torino in collaborazione con la Fondazione per la Cultura e il Teatro Regio, nell’ambito di Palchi Reali. La maestosa facciata del Palazzo, portata a compimento da Amedeo di Castellamonte nel 1658, diventa la scenografia urbana per gli appuntamenti di musica, teatro e danza che animeranno il mese di luglio permettendo al pubblico di rivivere uno degli spazi più suggestivi della città attraverso momenti di festa, così come è accaduto nei secoli passati nelle grandi occasioni legate alla vita della corte. Per rendere ancora più uniche le serate, i Musei Reali propongono l’Aperitivo Reale: un’occasione esclusiva per scoprire i Musei nelle ore prossime al tramonto godendosi un aperitivo nella suggestiva cornice del Palazzo. L’iniziativa è valida dall’1 al 16 luglio, prima degli spettacoli serali: in queste sere sarà possibile accedere all’aperitivo e visitare liberamente le dieci stanze di grande fascino che compongono l’appartamento della Regina Elena, abitato dalla sovrana durante i suoi soggiorni a Torino nei primi decenni del Novecento e normalmente chiuso al pubblico. Per partecipare all’Aperitivo Reale è necessaria la prenotazione all’indirizzo, estatetickets@comune.torino.it; il costo è di 20 Euro.

L’appartamento della Regina Elena
Una dimora al femminile: collocati al piano terra della residenza, questi ambienti sono stati abitati fino alla seconda guerra mondiale, ma la loro origine risale alla fine del Seicento, quando Vittorio Amedeo II destina l’appartamento alle sue figlie e, per loro, le sale vengono decorate da Bartolomeo Guidobono e dal pittore viennese Daniel Seiter, autore della splendida volta dedicata al tema dei Quattro Elementi nella Sala di Parata. Nel 1769, Ignazio Birago di Borgaro realizza il terrazzo a gradinate che si affaccia sui Giardini Reali e conferisce nuovo prestigio alle sale che, risistemate, a fine Settecento accolgono la principessa Madama Felicita di Savoia, sorella del regnate Vittorio Amedeo III. Per lei intervengono l'architetto di corte Giuseppe Piacenza e il prestigioso minusiere Giuseppe Maria Bonzanigo, autore di sofisticati elementi di arredo. Molte le personalità importanti che hanno soggiornato in questo appartamento: ai tempi di Napoleone I, vi alloggia il governatore di Torino; nel 1857 l'Imperatrice Alessandra Fedorowna di Russia, vedova di Nicola I, e dal 1890 Maria Letizia Napoleone, Duchessa d'Aosta. Di grande fascino e di gusto già borghese la sala da bagno, decorata da delicati acquerelli eseguiti da Emma Biscarra, pittrice specializzata in fiori, appartenente a un’importante famiglia di artisti attivi a Torino nel XIX secolo. Lungo il percorso, la tavola allestita e il dipinto di Edoardo Tofano che ritrae la Regina Elena, originaria del Montenegro, donna di grande cultura, appassionata di viaggi e fotografia. Sposa per amore di Vittorio Emanuele III nel 1896, Elena di Savoia è stata una delle sovrane più amate dal popolo per la sua profonda umanità e per il suo impegno in numerose iniziative caritatevoli.

Info e orari
I Musei Reali sono aperti dal martedì alla domenica dalle 8.30 alle 19.30. La Biblioteca Reale è aperta da lunedì a venerdì dalle 8 alle 19, sabato dalle 8 alle 14. La Sala di Lettura è aperta da lunedì a mercoledì dalle 8.15 alle 18.45, da giovedì a sabato dalle 8.15 alle 13.45. Biglietti Musei Reali Torino: intero euro 12, ridotto euro 6 (ragazzi dai 18 ai 25 anni). Gratuito per i minori 18 anni / insegnanti con scolaresche / guide turistiche / personale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali / membri ICOM / disabili e accompagnatori / possessori dell'Abbonamento Musei e della Torino+Piemonte Card. L'ingresso per i visitatori over 65 è previsto secondo le tariffe ordinarie.