21 ottobre 2019
Aggiornato 04:00
Cantieri in città

Attraversamenti rialzati e strade chiuse, in corso Galileo Ferraris il cantiere verso la fine

L’inaugurazione del parcheggio interrato dovrebbe avvenire il prossimo ottobre. In questi ultimi mesi proseguono a ritmo forsennato i lavori: i prossimi passi sono alcuni interventi per la messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali e delle carreggiate.

TORINO - Si vede la luce in fondo al tunnel del cantiere di corso Galileo Ferraris. Secondo il cronoprogramma mancano ancora pochi mesi alla fine dei lavori e poi potrà esserci il taglio del nastro, probabilmente a ottobre, per una struttura su cui ormai si lavora da tre anni. Nel giro di qualche giorno inizieranno i lavori di riasfaltatura delle carreggiate e di messa in sicurezza degli incroci di corso Matteotti e via Cernaia, oltre al rialzo di tutti gli attraversamenti pedonali compresi tra via Revel, via Bertolotti, via Montecuccoli, via Promis via Meucci e semafori lampeggianti per poter garantire maggior sicurezza stradale.

CHIUSURE STRADALI - Come ogni anno si approfitterà della vacanza dei torinesi per proseguire a ritmo più spedito con i cantieri presenti in città. Non fa eccezione corso Galileo Ferraris dove, già a partire dall’ultima settimana di luglio, saranno chiuse diverse strade per consentire i lavori: dal 23 luglio sarà impossibile percorrere in auto la carreggiata Ovest tra via Cernaia e corso Matteotti, dal giorno dopo e fino all’11 agosto il blocco al traffico riguarderà la carreggiata Est tra corso Matteotti e via Giannone che va verso il centro cittadino.

PARCHEGGIO INTERRATO - Proseguono specularmente anche i lavori all’interno del parcheggio sotterraneo di corso Galileo Ferraris. Già pronte le due rampe che danno su corso Matteotti e che daranno modo a tutti gli automobilisti di poter usufruire della nuova struttura di quattro piani interrati e con 304 stalli, a cui si aggiungono non più di una ventina di posti riservati ai privati. Anche questo sarà pronto per il mese di ottobre.