13 dicembre 2017
Aggiornato 08:30
Juventus

La Juventus rivoluziona il merchandising, apre il nuovo megastore da mille metri quadrati

L’inaugurazione è stata scandita da tre clessidre: due di queste si sono svuotate lentamente, scoprendo al loro interno la maglia da gioco home e una t-shirt griffata Juventus. La terza clessidra ha svelato la seconda maglia ufficiale

L'entrata del nuovo Juventus Store (© Diario di Torino)

TORINO - 1.000 metri quadrati, di cui 800 dedicati al pubblico. Due vie di accesso: una diretta dallo Juventus Museum, l'altra dall'area pedonale che costeggia ad est l'Allianz Stadium. Un video wall dal 330 pollici e due transparent wall dal 130 pollici l'uno. Cinque camerini, quattordici casse disposte su un banco lungo sedici metri, 10 presse a caldo per personalizzare le maglie e una ricamatrice per fare altrettanto con le scarpe da calcio. Si potrebbe continuare ancora a lungo a snocciolare numeri, ma nessun dato, per quanto roboante, potrebbe rendere appieno l'idea del nuovissimo Juventus Store, che venerdì sera (30 giugno) ha inaugurato di fianco al J-Village all’interno dello stadio bianconero.

LE FOTO DEL NUOVO MEGASTORE »

NECESSITA’ DI UN MEGASTORE - «Il tifo, la passione, richiedono più prodotti e differenti posizionamenti sia di stile che di prezzo», ha spiegato Silvio Vigato, Co-Chief Revenue Officer, Head of Brand, Licensing And Retail di Juventus, «L’espansione della gamma, sia in termini di qualità che di quantità, ha quindi fatto emergere la necessità di aumentare considerevolmente gli spazi a disposizione. Il vecchio Store, che ha svolto egregiamente il suo compito, era di 500 metri quadrati, mentre oggi passiamo a 1000 metri quadrati. Tutto al fine di migliorare l'esperienza di acquisto e farlo divenire una vera e propria brand experience. Da un punto di vista stilistico, abbiamo realizzato una struttura perfettamente coerente con la nuova identità di marca», ha proseguito Vigato, «un linguaggio visivo rinnovato che rappresenta il lungo passo naturale verso il nostro futuro, iniziato a gennaio con la presentazione del nuovo logo e che vede oggi un'ulteriore realizzazione».

NOVITA’ E SORPRESE - L’inaugurazione è stata scandita da tre clessidre: due di queste si sono svuotate lentamente, scoprendo al loro interno la maglia da gioco home e una t-shirt griffata Juventus per il tempo libero. La terza clessidra ha invece mostrato ben più rapidamente il proprio contenuto e mentre la sabbia cadeva accompagnata dalla performance della freestyler Melody Donchet, ecco comparire per la prima volta la divisa away per la prossima stagione.