20 novembre 2017
Aggiornato 18:01
Spettacolo

Grugliasco, al Teatro Le Serre il pioniere della comicità di strada Peter Shub

Mercoledì 5 luglio alle 21.30 appuntamento con l'artista americano, una leggenda mondiale della risata e il suo «Best of Peter Shub». Ecco che cosa vi aspetta

Peter Shub in scena al Teatro Le Serre di Grugliasco (© Ufficio Stampa sul filo del circo)

GRUGLIASCO – Il Parco Culturale le Serre e il suo teatro sono pronti ad accogliere uno dei più importanti artisti di strada sulla scena mondiale: l'americano Peter Shub, pluripremiato nei più importanti festival del circo e di clown del mondo, reduce dalla permanenza al Festival di Avignone, l’americano Peter Shub, pioniere della comicità di strada, che ha introdotto nel mondo del circo le regole e le tecniche della strada, mercoledì 5 luglio propone il suo celebre one man show che raccoglie il meglio di una carriera di oltre 34 anni sulle piste e sui palcoscenici più importanti del mondo per l’apertura della XVI edizione del Festival Sul Filo del Circo.
Peter Shub è una leggenda mondiale della risata e della pantomima comica, pioniere della clownerie di strada. Veste uno svolazzante spolverino che si insinua nel vuoto. Ha un atteggiamento poetico e lunare che emerge in tutte le sue gag, quando un treppiede per macchina fotografica diventa partner di scena, mentre insegue un cagnolino invisibile o quando estrae dalla valigia un pupazzo da ventriloquo che perde i pezzi e si ribella ad ogni sforzo per rimontarlo. Un’irripetibile serata di comicità e poesia.

La comicità sul palcoscenico come in strada
Shub ha aperto il filone di una nuova comicità adatta sia alla strada che alla pista e al palcoscenico, fatta di mimica e gestualità in grado di coinvolgere, senza l’utilizzo della parola, gli spettatori del circo tradizionale, ma anche delle sale teatrali.
La sua ormai popolare silhouette e le sue geniali gag sono state tra le maggiori fonti di ispirazione di un’intera generazione mondiale di comici di circo, cabaret e arte di strada. Peter Shub ha una eccezionale padronanza mimica del proprio corpo e riesce a coinvolgere le platee di tutto il mondo senza bisogno di testi, con il linguaggio universale della risata. Perennemente impacciato con gli oggetti e le situazioni, ricorda a tratti l’arte surreale, l’ilarità ma anche la poesia dei grandi protagonisti del cinema muto o del music-hall.

L'artista
Laureato in scienze all’Università di Philadelphia, nel 1980 Peter decide di andare a studiare mimo a Parigi alla scuola del leggendario Etienne Decroux, e poi con Philippe Gaulier, esibendosi nel frattempo in strada. Nel 1983 con il suo primo one-man show vince la Medaglia d’Oro al Mime Festival in Virginia; a Parigi trionfa nella versione teatrale di Amadeus di P. Schaffer diretto da Roman Polanski. Nel 1985 è rivelato al mondo del circo vincendo la medaglia d’argento al Festival Mondial du Cirque de Demain di Parigi. Subito conteso dai più grandi produttori di circo mondiali, viene scritturato in Germania al mitico Circus Roncalli, dove resta dal 1986 al 1989. Storiche le sue irruzioni nella piazza Rossa in occasione di una indimenticabile tournée a Mosca del complesso tedesco prima della caduta del Muro. Da qui il suo stile innovativo di clownerie diventa universalmente uno dei riferimenti della comicità circense moderna. Peter diventa in pochi anni uno dei comici più popolari in Germania: si esibisce in innumerevoli trasmissioni televisive, spettacoli teatrali e varietà. Viene invitato in tutti i Festival di comicità d’Europa. Nel 1992 la consacrazione: vince il Clown d’Argento al Festival del Circo di Monte Carlo. Si dedica in seguito anche alla regia e all’insegnamento della comicità, anche in collaborazione con Jango Edwards. Peter tiene corsi sulla comicità, e sugli aspetti della risata nella vita di tutti i giorni. Crea spettacoli speciali per grandi compagnie come Microsoft, Sony, Mercedes o Lufthansa. Nel 2015 ha proposto il suo one man show al Festival di Avignone.

Info e biglietti
Intero 10 €; ridotto 8 €. La Biglietteria è aperta da Lunedì a Venerdì (10.00-13.00 e 16.00-19.00) e sabato (10.00-13.00) presso la Biglietteria di Cirko Vertigo in Via Lanza 31 e dalle ore 19.30 nelle serate di spettacolo. È consigliata la prenotazione ai numeri di telefono 011.0714488 oppure 327.7423350 e via mail all’indirizzo biglietteria@sulfilodelcirco.com. La prenotazione non dà diritto all’assegnazione del posto, i posti vengono assegnati solo al momento effettivo dell’acquisto del biglietto ed è necessario ritirare i biglietti riservati entro le 21.00 della sera dello spettacolo. Successivamente, in caso di grande affluenza saranno rimessi in vendita. I biglietti sono acquistabili anche sul circuito Vivaticket.it Per informazioni www.sulfilodelcirco.com.