13 agosto 2020
Aggiornato 13:00
Spettacolo

Paola Turci ed Ermal Meta chiudono la «Milanesiana 2017»

I due cantanti reduci dell'ultimo Festival di Sanremo chiuderanno l’edizione 2017 della Milanesiana alla Citroniera delle Scuderie Juvarriane della Reggia di Venaria Reale il 12 luglio
Paola Turci chiude la «Milanesiana 2017»
Paola Turci chiude la «Milanesiana 2017» Shutterstock

VENARIA - Paola Turci e Ermal Meta (dialogo ed esibizione con Grazia Verasani) chiuderanno l’edizione 2017 della Milanesiana alla Citroniera delle Scuderie Juvarriane della Reggia di Venaria Reale il 12 luglio. Contaminazioni tra le arti, tra i temi e tra i luoghi: La Milanesiana, edizione numero diciotto quest’anno. Diventando maggiorenne la rassegna ideata e curata da Elisabetta Sgarbi si è allarga. Milano e Italia, cinque location (più una, importante e simbolica) e oscillazioni continue tra il capoluogo meneghino e le altre città. Il tutto, in poco meno di un mese. Più un bell’epilogo a Camerino, uno dei paesi colpiti dal terremoto, dove il 13 agosto ci sarà Tamburi di pace 2.1, il concerto a favore delle aree terremotate con protagonisti lo scrittore-viaggiatore Paolo Rumiz e la European Spirit of Youth Orchestra.
In questa edizione si sono alternati sui palchi 55 appuntamenti con oltre 140 ospiti internazionali. Oltre a Milano, saranno coinvolte Torino, Firenze, Verbania e Bormio, in una serie di eventi tra letteratura, arte, musica, teatro, cinema, filosofia, praticamente quasi tutti gratuiti. Ingresso libero fino all’esaurimento dei posti disponibili.

La Milanesiana
La Milanesiana Letteratura Musica Cinema Scienza nasce nel 2000 a Milano, su iniziativa e sotto la direzione di Elisabetta Sgarbi. Fin dalla sua prima edizione, si propone come grande "laboratorio di eccellenza" di letteratura, cinema, musica, arte, scienza, filosofia. Il suo progetto è quello di far incrociare saperi e arti diverse, sia per provenienza culturale che disciplinare, portando a Milano e in Italia i maggiori talenti dei vari campi della cultura: premi Nobel per la Letteratura, Nobel per la Scienza, Oscar del Cinema, musicisti che hanno ricevuto i maggiori riconoscimenti internazionali. Nel corso degli anni, ha esteso sempre più i suoi ambiti di intervento: se nelle prime edizioni, La Milanesiana era solo Letteratura, Musica, Cinema, con gli anni è diventata: Scienza, Arte, Teatro, Videogiochi. Ogni anno la Milanesiana affronta un tema che caratterizza e attraversa l’intera edizione. Da sette anni, inoltre, ha anche l'onore dell'Alto Patronato del Presidente della Repubblica.