29 marzo 2020
Aggiornato 16:30
Elisa Ferrero

Amore, sorrisi e la passione per la moto: rabbia e dolore per la morte di Elisa Ferrero

Elisa, 27 anni, ha perso la vita in un terribile incidente provocato da un automobilista ubriaco. Il suo ragazzo, Matteo, lotta tra la vita e la morte all’ospedale Cto di Torino
La moto schiacciata dal Van e Elisa Ferrero, in un felice ricordo
La moto schiacciata dal Van e Elisa Ferrero, in un felice ricordo ANSA

MONCALIERI - Sorridente, felice e amante della vita in tutte le sue sfaccettature: il ritratto di Elisa Ferrero, la giovane uccisa dalla follia di un 50enne di Nichelino alla guida di un Van, è il ritratto di una 27enne piena di passioni ed entusiasmo. Non sono frasi fatte, perché Elisa sorrideva davvero sempre. La vita gli è stata tolta in maniera brutale, mentre la ragazza stava tornando da una gita in moto in montagna insieme a Matteo Penna, 29 anni, il suo fidanzato. Elisa è morta sul colpo, travolta dalla furia dell’uomo ora accusato di omicidio stradale, mentre Matteo è ricoverato in condizioni disperate al Cto.

ELISA FERRERO - Moncalieri e tutti gli amici torinesi e non, oggi, piangono Elisa Ferrero. Chi l’ha conosciuta racconta di una ragazza speciale, figlia di un medico e di una pediatra. Stava per laurearsi, dopo aver conseguito la laurea triennale. Tante le passioni coltivate con amore ed entusiasmo: dalla montagna allo sci, passando per la moto, l’ultima e purtroppo fatale attrazione condivisa con il suo fidanzato. Giravano tanto in moto, sul Ktm di Matteo. Ridevano, scherzavano e macinavano chilometri e chilometri insieme. Elisa era felice di aver ritrovato quel ragazzo conosciuto quando erano piccoli, perso per strada e poi ritrovato. Con lui condivideva sogni, dolci attimi di vita e sorrisi, quelli che non mancavano mai all’interno di una coppia nata un anno e mezzo fa circa, dopo anni di conoscenza. 

Elisa e Matteo, durante una gita al lago Moncenisio

Elisa e Matteo, durante una gita al lago Moncenisio (© Facebook)

L'ULTIMO VIAGGIO - Ieri, i due giovani tornavano da una gita in Provenza: erano quasi arrivati a casa, quando il destino li ha portati a incrociare Maurizio De Giulio, 50enne. Il loro sogno si è spezzato in quella «maledetta» rotonda di Condove, dopo un diverbio. Oggi Elisa non c’è più e Matteo lotta in ospedale tra la vita e la morte. E’ questa la battaglia più difficile da affrontare per un ragazzo abituato a correre sulle piste da motocross. Una cosa è certa: a sostenerlo in questa battaglia, Matteo avrà dalla sua parte Elisa, ragazza sempre sorridente e fedele compagna di viaggio.