16 novembre 2019
Aggiornato 00:30
Wi-Fi

Wi-fi gratis in città: l'Università mette a disposizione dei torinesi 1200 access point

Grande novità annunciata dall'assessore all'Innovazione Paola Pisano e dal rettore dell'Università di Torino, Gianmaria Ajani: i torinesi potranno collegarsi alla rete wireless grazie a 1200 punti wi fi sparsi per la città
Paola Pisano, alla conferenza stampa che ha annunciato la novità del wi-fi
Paola Pisano, alla conferenza stampa che ha annunciato la novità del wi-fi ANSA

TORINO - Collegarsi a una rete internet a Torino in maniera gratuita e semplice: è questo l'obiettivo dell'Università di Torino, che ha deciso di aprire la propria rete wireless a tutti i cittadini in possesso di credenziali Spid, il Sistema Pubblico di gestione dell'identità digitale che da marzo 2018 sarà obbligatorio per tutte le Pubbliche Amministrazioni. Primo in Italia ad attivare da oggi il servizio, l'ateneo torinese si rivolge non soltanto ai suoi 75mila utenti tra studenti e dipendenti, ma a tutti coloro che,residenti o di passaggio in città, hanno bisogno di collegarsi al WiFi. Anche ai cittadini comuni, dunque.

L'ACCORDO - L'accordo è stato annunciato dal rettore Gianmaria Ajani, dal direttore dei Sistemi Informativi Angelo Saccà, dalla direttrice generale Loredana Segreto e dall'assessora comunale all'Innovazione PaolaPisano. Grazie a 1200 access point diffusi su un ampio territorio che comprende le 130 sedi di Torino, Piemonte e Valled'Aosta, le credenziali Spid (le stesse utilizzate per entrare nei siti dell'Agenzia delle Entrate, dell'Inps e in molte altre Amministrazioni) permetteranno di usufruire della rete universitaria.