9 dicembre 2019
Aggiornato 08:30
Pinerolo

Sorprende uno sconosciuto nella sua campagna, aggredito ora rischia un occhio

Vittima un sessantenne residente nel pinerolese. I carabinieri hanno arrestato un uomo di 39 anni per tentato omicidio: si tratta di un senzatetto che avrebbe cercato riparo nella campagna della vittima

PINEROLO - Un uomo di 60 anni è stato aggredito nella sua campagna a San Pietro Val Lemina da uno sconosciuto trovato nascosto nel capanno degli attrezzi e ora rischia di perdere un occhio. E’ successo tutto nella mattinata di ieri intorno alle 11. Il sessantenne, appena arrivato nell’appezzamento di terreno ha notato che la porta della baracca era stata aperta: entrato si è trovato davanti un uomo che, sorpreso, ha reagito prendendo in mano un bastone e forse anche un mattone colpendo più volte in faccia il proprietario della campagna, poi è fuggito. Ferito e sanguinante, la vittima è salita in auto e ha raggiunto il vicino ristorante Arditè dove è stato aiutato dalla titolare che ha chiamato subito i soccorsi.

FERITO AL CTO - A Pinerolo sono arrivate un’ambuanza e poi l’elisoccorso del 118. Il sessantenne è stato trasportato d’urgenza al Cto: ha riportato diverse fratture e traumi al volto. Per i medici dell’ospedale torinese non è comunque mai stato in pericolo di vita, è sempre rimasto sveglio e cosciente, ma potrebbe rischiare di perdere un occhio.

ARRESTATO UN CLOCHARD - Avvertiti di quanto successo, i carabinieri hanno iniziato subito le ricerche dell’aggressore. In poche ore sono stati fermati due uomini, entrambi senzatetto, ma a fine giornata solo per uno di loro è scattato l’arresto per tentato omicidio. Si tratta di un clochard di 39 anni residente a Pinerolo. L’aggressore non ha una casa ed è solito dormire nei boschi e nelle campagne. Potrebbe essere stato proprio questo il motivo dell’intrusione nel capanno degli attrezzi del sessantenne: ha cercato riparo per la notte ma, una volta sorpreso, avrebbe reagito nel peggiore dei modi.