16 novembre 2019
Aggiornato 00:30
Il caso

Dopo oltre 50 anni nasce Stella, torna la speranza in una piccola borgata del torinese

Il fiocco rosa è apparso una settimana fa sulla porta di casa di due giovanissimi genitori: Federico Ambrogio, 26 anni, ingegnere civile ed Erica Zucalli venticinquenne laureata in scienze forestali

GRAGETTE - Si chiama Stella la nuova piccola cittadina di Gragette, un paesino del torinese che da oltre 50 anni non vedeva nuovi nati. Il fiocco rosa è apparso una settimana fa sulla porta di casa di due giovanissimi genitori: Federico Ambrogio, 26 anni, ingegnere civile ed Erica Zucalli venticinquenne laureata in scienze forestali. I due hanno fatto una scelta di vita radicale e decisamente controtendenza decidendo, diversi anni fa, di abbandonare la città per migrare in questa piccola borgata appena sopra il comune di Perrero. In un mondo che va sempre più veloce loro invece hanno scelto la lentezza della campagna e dei ritmi naturali e hanno fatto nascere a Gragette la loro prima figlia.

STELLA - La nascita della bambina è avvenuta in casa, come nelle migliori tradizioni rurali, e restituisce speranza a Gragette, paese in cui la crescita demografica era a zero da parecchio tempo. I giovani genitori della piccola si sono trasferiti tra questo pugno di case di pietra per aprire un'azienda agricola: hanno messo su campi per coltivare il grano, i pomodori, hanno le api per fare il miele, le galline per le uova e tutto il necessario per essere autosufficienti come si faceva una volta. I neogenitori non hanno la minima intenzione di tornare alla vita cittadina, con il tram che passa sotto casa e i lavori in corso che bloccano le vie. Si dicono anzi pienamente soddisfatti della loro scelta di vita che restituisce, oltre tutto, slancio demografico alla piccola borgata di campagna. Insieme alla coppia vivono un asino e un cavallo, salvati grazie a un'associazione, due cani e una gatta. Non manca proprio nulla per essere felici.