17 novembre 2018
Aggiornato 23:00

Lingotto-Bengasi, slitta il prolungamento? Il M5S smentisce: «La metro entro il 2018»

Smentita netta, ma il rinvio rimane un’opzione: «In caso di ritardi si potrebbe arrivare all’estate 2019…». Buone notizie per via Nizza: entro il 2018 la riapertura totale
Metropolitana, smentiti i ritardi nei lavori del prolungamento linea 1
Metropolitana, smentiti i ritardi nei lavori del prolungamento linea 1 (Diario di Torino)

TORINO - Quando terminerà il «cantiere infinito», quello che consegnerà a Torino il prolungamento della linea 1 della metropolitana nella tratta Lingotto-Bengasi? Qualche giorno fa Gtt aveva lasciato trapelare l’ennesimo slittamento della fine dei lavori al 2019, un’ipotesi smentita categoricamente dal gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle: «I lavori proseguono regolarmente, il cantiere terminerà entro la fine del 2018». Tutto questo salvo imprevisti.

VIABILITA’, BUONE NOTIZIE - Sì, perché dal 2012 (inizio cantiere) a oggi gli intoppi sono stati praticamente all’ordine del giorno e il cronoprogramma non è stato rispettato. Anzi. Dal Movimento 5 Stelle arrivano rassicurazioni, soprattutto ai residenti e commercianti di via Nizza e di piazza Bengasi, che più di tutti stanno patendo le conseguenze dei ritardi: «Via Nizza riaprirà totalmente entro il 2018. A ottobre/dicembre 2017 si procederà alla riapertura parziale della via». Una riapertura che avverrà in due fasi, la prima a settembre e la seconda a dicembre. E piazza Bengasi? La situazione tornerà alla normalità dopo la realizzazione del parcheggio di interscambio, il cui bando verrà pubblicato a breve.

FINE CANTIERE - Se in tema di viabilità arrivano garanzie precise, per quanto riguarda l’entrata in servizio dei treni l’ottimismo è sicuramente più cauto. Sì, perché lo stesso Movimento 5 Stelle tiene a precisare come «Nel caso vi fossero ulteriori ritardi, il fermo dovrebbe essere effettuato nell’estate del 2019». Cosa vuol dire questo? La messa in funzione della linea metropolitana necessita di un fermo di quattro settimane, per effettuare tutti i collegamenti necessari. Un fermo che può essere effettuato solo nel periodo di minor utilizzo, come le vacanze natalizie estive. Attualmente il periodo individuato per fermare la metro è dicembre 2018, ma se dovessero accumularsi ritardi si slitterebbe all’estate 2019. La metro inizierebbe a girare a settembre quindi, tra due anni circa. Al momento i ritardi iniziali sono stati superati e i lavori proseguono regolarmente, tra ottimismo, speranza e un po’ di preoccupazione.