16 agosto 2017
Aggiornato 15:00
Cronaca

Giovane mamma muore durante un intervento di riduzione dello stomaco, i genitori vogliono giustizia

La donna, mamma di Sofia da soli 9 mesi, si era recata nella clinica per un intervento di riduzione dello stomaco, ma qualcosa è andato storto

Erika Colombatto (© Facebook)

TORINO - E' morta in un clinica di Ponte San Pietro nel bergamasco, la giovanissima Erika Colombatto, una mamma di appena 23 anni, originaria di Ciriè. La donna abitava a San Carlo Canaves ed era diventata mamma di Sofia da soli 9 mesi. Erika aveva deciso di recarsi nella clinica bergamasca per un intervento di riduzione dello stomaco, ma qualcosa è andato storto. I genitori della ragazza però non accettano l'accaduto e vogliono capire fino in fondo che cosa è successo. 

LA MORTE - Il referto medico compilato dopo la morte parla di arresto cardiaco. Pare che la Colombatto fosse stata già sottoposta nella clinica a quattro interventi in cui non erano stati riscontrati problemi con l'anestesia ma, durante l'ultima operazione, il suo cuore ha smesso di battere. Nella giornata di ieri, mercoledì 2 agosto, si sono svolti i funerali a Torino in cui erano presenti i genitori della vittima, i quali hanno dato il via a una campagna Facebook per contattare altre donne che siano state ricoverate nella clinica del bergamasco. «Un giorno racconterò tutta la storia di cosa e stato fatto a Erika aprirò un blog dove scoprirete tutto» ha affermato laconico il padre di Erika su Facebook.