16 agosto 2017
Aggiornato 15:00
Aeroporto "Sandro Pertini"

Odissea per 200 passeggeri a Caselle, l’aereo Meridiana per la Sardegna «non è disponibile»

Sarebbero dovuti partire alle 11.15 ma l’aereo che li avrebbe dovuti portare a Cagliari non c’era. Nessuna spiegazione per tutto il giorno, solo attesa. Fino a quando, alle 21.40, sono finalmente riusciti a iniziare tutti le vacanze

Aeroporto Caselle Torinese (© )

CASELLE TORINESE - Disavventura per circa 200 passeggeri che nella mattinata di ieri sarebbero dovuti partire dall’aeroporto di Caselle con un volo della compagnia aerea Meridiana per la Sardegna per iniziare finalmente, dopo un anno di lavoro, le vacanze. E invece l’attesa  per raggiungere l’isola e godersi il sole e il mare è stata più lunga del previsto. Al momento del check in, poco più di mezz’ora prima dell’imbarco, è stato comunicato ai partenti che dell’aereo che sarebbe dovuto partire alle 11.15 per Cagliari non c’era traccia. Nessuna spiegazione ulteriore: «L’aereo non è disponibile».

LE PROTESTE - In tanti hanno provato a protestare ma anche questa è stata un’impresa. Nessuno dalla Meridiana si è fatto vivo e le hostess non sapevano che risposte dare. «E’ una vergogna», la parola più utilizzata dai passeggeri delusi, «Non c'è un numero verde che si possa chiamare e Meridiana non ha mandato nemmeno un dipendente a spiegarci la situazione. È un'odissea che sembra non avere fine».

PARTENZE FINO ALLE 21.40 - Col passare delle ore e la mancanza di giustificazioni, oltre che di alternative, molti dei 200 passeggeri si sono messi il cuore in pace e avvisato che sarebbero arrivati con un maxi ritardo. I più fortunati infatti sono riusciti a partire solo alle 15.55 con un volo diretto. Gli altri hanno dovuto aspettare fino alla sera quando, alle 20.50, era previsto il decollo di un altro velivolo di Meridiana. Beffa nella beffa, quest’ultimo volo è partito con un ulteriore ritardo quasi un’ora, quasi come se l’odissea non dovesse proprio avere una fine.