19 ottobre 2019
Aggiornato 12:30
Droga

Controlli anti-terrorismo sugli autobus in arrivo a Torino dalla Francia, due uomini in manette 

Nella giornata di ieri, domenica 20 agosto, gli agenti della Squadra Volante sono saliti a bordo di un autobus proveniente dalla Francia, con tratta Lione-Chambery-Torino, e hanno effettuato dei controlli a campione a bordo tra i passeggeri. All’interno della valigia di due uomini sono stati rinvenuti 141 ovuli di cocaina pronti per essere venduti in Italia

TORINO - A seguito dell’attentato terroristico del 17 agosto a Barcellona, anche a Torino l'attenzione è alta e i controlli sono stati intensificati. In questo ambito il personale dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, su disposizione del Questore di Torino, ha effettuato una serrata attività di controllo su passeggeri e mezzi in arrivo e partenza presso il Terminal-Bus in corso Vittorio Emanuele. Nella giornata di ieri, domenica 20 agosto, gli agenti della Squadra Volante sono saliti a bordo di un autobus proveniente dalla Francia, con tratta Lione-Chambery-Torino, e hanno effettuato dei controlli a campione a bordo tra i viaggiatori. Al termine delle operazioni è emerso che due passeggeri stessero trasportando oltre un chilo e mezzo di cocaina in Italia.

DUE SOSPETTI - L’attenzione dei poliziotti è stata immediatamente richiamata da alcuni strani atteggiamenti e segni di nervosismo tra due passeggeri stranieri seduti uno di fianco all’altro sull'autobus. Alla richiesta dei documenti di riconoscimento uno dei due uomini ha iniziato a tremare vistosamente ed entrambi i soggetti hanno negato di conoscersi. Quando poi gli agenti hanno chiesto ai due, entrambi nati in Mali, di seguirli per ulteriori accertamenti, gli uomini hanno iniziato a contendersi lo stesso zainetto continuando a parlare tra loro in una lingua non comprensibile per i poliziotti, atteggiamento che ha aumentato i sospetti degli agenti. 

ARRESTO - I poliziotti hanno allora deciso di far scendere tutti gli altri passeggeri con i rispettivi bagagli, compresi quelli in stiva, per scongiurare con ogni probabilità che i due cittadini del Mali stessero celando bagagli sull’autobus. Al termine di questo passaggio le forze dell'ordine hanno constatato che era presente ancora in stiva una grossa valigia di colore giallo chiusa con combinazione. All’interno della borsa sono stati rinvenuti 141 ovuli di cocaina per un peso complessivo di quasi 1,7 kg e un valore contabile complessivo pari a oltre 450 mila euro per la vendita al dettaglio. I due cittadini maliani, rispettivamente di 27 e 23 anni, regolari sul territorio nazionale, sono stati infine arrestati per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.