20 novembre 2017
Aggiornato 14:30
Storie di Torino

Miti e leggende di Torino: la porta dell’inferno si trova in piazza Statuto?

Un angelo alato, un pentacolo scomparso: in piazza Statuto misteri e realtą si fondono dando vita a uno dei misteri pił grandi. La porta dell’inferno si trova sotto la statua del Frejus?

TORINO - Gli amanti del mistero ne sono certi, gli scettici pensano sia solo una delle tante storie prive di fondamento: la porta dell’inferno si trova in piazza Statuto? Cerchiamo di fare luce su questa narrazione popolare, capace di varcare i confini torinesi e nazionali e di arrivare sino all’estero, avvolta da un alone esoterico.

LA PORTA DELL’INFERNO - Piazza Statuto, come vi avevamo raccontato, è sicuramente uno dei luoghi più misteriosi e sinistri della nostra città. Al centro vi è un’imponente statua, un monumento dedicato alla realizzazione del traforo del Frejus per cui diversi minatori persero la vita. La piramide è costruita con la roccia stessa del traforo. Per capire se davvero la porta dell’inferno si trova in piazza Statuto, dobbiamo concentrarci sulla cima dell’opera, dove troneggia l’angelo della scienza, il «genio alato». Le virgolette sono volute: secondo gli amanti del mistero, non si tratterebbe dell’angelo che sottolinea il trionfo della scienza contro la forza bruta della natura, ma dell’angelo ribelle per eccellenza: Lucifero. Come si può notare, lo sguardo dell’angelo è rivolto verso la terra e anche le sue mani indicano il suolo, lì dove Lucifero sarebbe stato precipitato da Dio. Ecco perché la porta dell’inferno potrebbe essere in piazza Statuto, sotto uno dei tanti tombini.

IL PENTACOLO SCOMPARSO - Le curiosità sinistre non sono finite qui: il genio alato infatti non si è sempre presentato sotto la stessa forma in cui lo vediamo oggi. Sì, perché fino a qualche anno fa sulla testa dell’angelo vi era un pentacolo rovesciato. Il pentacolo, che secondo alcune teorie pagane è il simbolo dell’anticristo, è letteralmente scomparso: non è chiaro se sia stato qualcuno a rubarlo o se la sparizione sia da attribuire al maltempo, sta di fatto che da diversi anni non è più presente sul monumento. L’ennesimo mistero di una statua che tra leggende e realtà sinistre, potrebbe nascondere diversi segreti. Il più grade di tutti? La porta dell’inferno nel cuore di Torino, in piazza Statuto.