26 settembre 2017
Aggiornato 11:00
Cronaca

Allerta massima nelle stazioni a Ferragosto: denunciate 36 persone a Porta Nuova 

I controlli nella stazioni di Torino Porta Nuova e Porta Susa hanno conseguito risultati soddisfacenti: grazie alla collaborazione di reparti specializzati della Polizia di Stato, quali il Reparto Mobile e le Unità Cinofile sono state denunciate 36 persone

Controlli alla stazione di Torino Porta Nuova (© Diario di Torino)

TORINO - Quello di Ferragosto è stato un periodo di controlli serrati anche nelle stazioni ferroviarie: si è registrato un forte incremento dei servizi già in atto da parte della Polizia Ferroviaria, non solo nei principali scali, ma anche a bordo dei treni, alla luce del sempre più elevato livello di allerta terroristica internazionale.

PREVENZIONE - Nella prima metà del mese di agosto i numeri attestano l’impegno della Polfer nel settore della prevenzione. Solo per fare un esempio: sono state 469 le pattuglie impiegate nelle stazioni e 121 a bordo dei treni, con l’identificazione di 3652 persone (di cui 1465 straniere e 174 minori).  Presenziati anche i convogli in arrivo e partenza, in particolare  quelli percorrenti la linea Alta Velocità, come Freccia Rossa, Italo e TGV, con ben 314 treni scortati. Il dispositivo messo in campo dalla Polizia Ferroviaria del Piemonte e Valle d’Aosta, che nelle stazioni di Torino Porta Nuova e Porta Susa, ha visto la presenza anche di reparti specializzati della Polizia di Stato, quali il Reparto Mobile e le Unità Cinofile ha conseguito risultati soddisfacenti: consentendo l’arresto di una persona e la denuncia a piede libero di altre 36.

PORTA NUOVA - In particolare a Torino, il Settore Operativo di Torino Porta Nuova, ha identificato ben 831 persone (di cui 316 stranieri e 27 minorenni), con il contestuale sequestro di 3 armi da taglio e oltre 20 grammi di sostanze cannabinoidi. Gli agenti in una serata, hanno identificato una coppia di ragazzi italiani residenti nel biellese, un diciottenne e un sedicenne, denunciandoli entrambi, il primo per porto abusivo di un coltello a serramanico, e il secondo per detenzione di sostanze stupefacenti. Sempre nello scalo di Torino Porta Nuova, il personale di vigilanza dell’atrio partenze, allertato da una cittadina in transito, ha individuato un quarantanovenne italiano, pluripregiudicato, mentre tentava di rubare una bicicletta assicurata alle transenne, nei pressi dell’uscita dalla stazione di via Sacchi. Nonostante i ripetuti tentativi dell’uomo di darsi alla fuga gli agenti sono riusciti a bloccarlo e identificarlo, denunciandolo, sia per il tentato furto che per  resistenza all'arresto.