26 settembre 2017
Aggiornato 12:30
Metropolitana

«Atti di malcostume» in metropolitana a Torino, non vedenti presi di mira 

Il presidente dall'associazione Apri-Onlus, Marco Bongi, ha spiegato che alcuni cittadini non vedenti si sono accorti, passandovi la mano, che qualcuno aveva sputato abbondantemente sul lettore ottico delle tessere nel varco riservato ai portatori di handicap in alcune stazioni della metropolitana. Non si tratta, ha aggiunto, di un caso isolato

Metropolitana di Torino (© Ansa Foto)

TORINO - «Sono episodi tristi e di malcostume», non c'è altro modo per definire i recenti fatti che si sono verificati in alcune stazioni della metropolitana di Torino contro i cittadini non vedenti. «Alcuni disabili visivi», spiega il presidente dall'associazione Apri-Onlus, Marco Bongi, «si sono accorti, passandovi la mano, che qualcuno aveva sputato abbondantemente sul lettore ottico delle tessere nel varco riservato ai portatori di handicap». Non si tratta di un caso isolato, fanno sapere quelli dell'associazione, dal momento che le segnalazioni sono state tre e si sono verificate il 23 ed il 24 agosto nelle stazioni Carducci, Porta Nuova e XVIII Dicembre.

DENUNCIA - «Noi», spiega Bongi, «non intendiamo dare molta importanza agli autori di questi gesti, che evidentemente sono personaggi disturbati. Chiediamo tuttavia ai cittadini che dovessero verificare altre situazioni di questo tipo di contattarci, in modo che come associazione si possa redigere una denucia contro ignoti».