26 settembre 2017
Aggiornato 12:30
Strisce blu

Strisce blu all’Università, parla Appendino: «Vi spiego le ragioni dell’ampliamento»

Studenti, residenti, mezzi pubblici e piste ciclabili: Chiara Appendino spiega come mai le strisce blu arriveranno nelle zone dell’Università

Appendino spiega l'estensione delle strisce blu (© ANSA)

TORINO - «Parlare di successi è facile, ma credo che il principale dovere di un Sindaco sia spiegare le scelte politiche della sua Amministrazione». E’ con queste parole, scritte di suo pugno, che Chiara Appendino introduce una spiegazione attesa da molti: quella sull’ampliamento delle strisce blu nella zona dell’Università. Un provvedimento che in tanti non hanno capito e che la prima cittadina ha voluto argomentare, riprendendo il programma che le aveva consentito di essere eletta un anno fa.

I MOTIVI - I motivi, come spiegato da Appendino, sono sostanzialmente 5:
- la difficoltà dei residenti nel trovare parcheggio, con i parcheggi nelle strisce bianche presi d’assalto da chi vuole andare in centro.
- la malasosta: sì, perché vista la scarsità di posti disponibili, una quantità elevata di automobilisti lasciava spesso l’auto in doppia fila.
- gli studenti universitari potranno recarsi sul posto con i mezzi pubblici: per loro sono previste novità sulla tariffazione, con abbonamenti calcolati in base all’Isee.
- l’espansione dei percorsi ciclabili renderà più semplice arrivare all’Università con una bicicletta. 
- l’idea di un ticket di ingresso nella Ztl Centrale, con due ore di sosta gratuite.

CAMBIO ABITUDINI - Insomma, coerentemente con il suo programma, Chiara Appendino vuole disincentivare l’uso di un mezzo privato come l’auto, spingendo gli utenti a scegliere bici e servizio di trasporto pubblico. Gli studenti sono avvisati dunque, probabilmente dovranno cambiare le loro abitudini negli spostamenti: un provvedimento che dovrebbe però essere accolto con favore da parte dei residenti. «Un eventuale cambiamento di abitudini sarà nell’interesse di tutte e tutti» ha concluso la sindaca.