26 settembre 2017
Aggiornato 13:00
Incidenti stradali

Muore al Cto il motociclista travolto a Nichelino il 22 agosto, lascia un figlio di sei anni

Le sue condizioni si sono aggravate fino a quando il cuore ha smesso di battere. Roberto Milanello, 38 anni, era residente a La Loggia. L’incidente era invece avvenuto a Nichelino in pieno pomeriggio

La moto di Roberto Milanello dopo l'incidente (© Diario di Torino)

NICHELINO - Non ce l’ha fatta Roberto Milanello. Le condizioni del motociclista, rimasto gravemente ferito in un incidente lo scorso 22 agosto a Nichelino, si sono aggravate con il passare dei giorni e nella giornata di ieri, 30 agosto, il suo cuore ha smesso di battere all’ospedale Cto. La vittima aveva 38 anni ed era residente a La Loggia dove viveva con la sua compagna e con il figlio di sei anni.

L’INCIDENTE - La tragedia si è consumata a Nichelino, tra via Diaz e via Damiano Chiesa. Il biker era in sella alla sua moto, una Dominator, quando si è scontrato con una Lancia Y guidata da una residente del posto sua coetanea. Quest’ultima si è ferita lievemente, mentre ad avere la peggio era stato proprio Roberto Milanello per cui è stato necessario il trasporto d’urgenza e la prognosi riservata. Le ferite e i traumi si sono aggravati con il passare delle ore, fino al decesso avvenuto nella mattinata di ieri. La conducente della Lancia Y era stata subito denunciata per lesioni stradali, ma ora potrebbe cambiare il capo d’accusa in omicidio stradale. Era risultata negativa all’alcol test.