19 dicembre 2018
Aggiornato 00:30

Da Amsterdam a Torino con 180mila euro di cocaina purissima nello stomaco

La giovane è stata scoperta dagli uomini della Guardia di Finanza in una stanza di un hotel della città: nel suo corpo ovuli di oltre mezzo chilo di cocaina purissima

TORINO - Dall’Olanda all’Italia, da Amsterdam a Torino con oltre mezzo chilo di cocaina nello stomaco, suddiviso in 55 ovuli ben confezionati. Il corriere? Un’insospettabile ragazza dominicana di 30 anni, stabilmente residente in Olanda e sorpresa in una stanza di albergo di Torino con oltre mezzo chilo di sostanza stupefacente purissima.

COCAINA PURISSIMA - I baschi verdi della guardia di finanza l’hanno arrestata, ma in realtà le hanno salvato la vita: se solo un singolo involucro si fosse rotto durante il trasporto, la giovane sarebbe morta per overdose. Il blitz, realizzato grazie al supporto delle unità cinofile, è scattato all’una di notte. La giovane avrebbe dovuto fermarsi nel capoluogo piemontese per qualche giorno, giusto il tempo di espellere gli ovuli e di consegnargli a qualcuno. La sostanza stupefacente, una volta rivenduta, avrebbe potuto fruttare ai trafficanti 180.000 euro, essendo cocaina purissima.

L’OVULATRICE - Trattandosi di una «ovulatrice», durante la notte sono stati effettuati i necessari accertamenti sanitari mirati a scongiurare la presenza di ulteriori ovuli all’interno dello stomaco del corriere che possono rivelarsi potenzialmente mortali. Il fenomeno degli «ovulatori» è sempre più diffuso in quanto consente di evitare i controlli doganali e di entrare più facilmente in quei paesi dove la vendita della cocaina è maggiormente proficua. La ragazza è stata salvata e arrestata.