20 febbraio 2019
Aggiornato 06:30
Sacra di San Michele

Novità per la Sacra di San Michele grazie a un accordo tra il Comune e la Regione

Saranno realizzati molti interventi a partire dalla fine del 2017. Il costo stimato è di 630mila euro di cui 500mila a carico della Regione Piemonte e 130mila del Comune di Sant’Ambrogio
La Sacra di San Michele
La Sacra di San Michele

SANT'AMBROGIO - Tra i luoghi d’interesse nel Torinese c’è sicuramente la Sacra di San Michele che, ogni settimana, attira centinaia di persone. Per questo motivo la Giunta regionale se ne è occupata e ha recentemente stipulato un accordo con il Comune di Sant’Ambrogio per il rifacimento della piazza comunale con la risistemazione dei parcheggi, la nuova illuminazione di via Umberto I, un accesso pedonale privilegiato per la Mulattiera e la via Ferrata e la realizzazione di servizi igienici presso il piazzale della Sacra. I lavori, che avranno un costo complessivo di 630mila euro di cui 500mila a carica della Regione Piemonte e 130mila del Comune di Sant’Ambrogio, inizieranno entro la fine dell’anno e si concluderanno nella primavera del 2018.

ACCOGLIENZA STRATEGICA - «Con questo provvedimento valorizziamo l’accoglienza turistica di un’area strategica dal punto di vista dell’offerta turistica piemontese», ha detto Antonella Parigi, assessore regionale alla Cultura e al Turismo, «la Sacra di San Michele, monumento simbolo della Regione Piemonte e candidata a patrimonio UNESCO conta infatti circa 100mila visitatori ogni anno e gode di un sempre maggiore afflusso di turisti. Una crescita a cui questo accordo intende rispondere andando a migliorare i servizi e l’accesso a questo importante bene».