19 giugno 2019
Aggiornato 19:00
Droga

E' guerra aperta allo spaccio in San Salvario, 6 stranieri in manette 

In quasi tutti i casi gli spacciatori hanno cercato di darsi alla fuga costringendo i militari a inseguirli per le vie del quartiere, reagendo in modo violento contro gli operatori

TORINO - I controlli non si fermano mai e, negli ultimi giorni di agosto, i militari della Compagnia San Carlo e della stazione di San Salvario, hanno effettuato 6 arresti per spaccio, in flagranza di reato, nel quartiere San Salvario. In quasi tutti i casi, gli spacciatori hanno cercato di darsi alla fuga costringendo i militari a inseguirli per le vie del quartiere, reagendo in modo violento contro gli operatori, talvolta procurando anche delle lesioni ai carabinieri.

ARRESTI -  Le operazioni di arresto si sono verificate tra il 18 agosto e la fine del mese. In manette il diciottenne Malal Diaye, nato in Gabon, sorpreso in corso Massimo d’Azzeglio durante l'attività illegale di spaccio; Jambe Elhaji, ventitrenne nato in Gambia, arrestato nel parco del Valentino;  il senegalese Lo Mora, arrestato in via Berthollet, pregiudicato e senza fissa dimora; Sall Lama, 30 anni, anche lui senegalese e irregolare sul territorio nazionale. Scoperti il flagranza di reato anche il ventitreenne Diop Ndiaya e Pepe Sow, 18 anni, nato in Gabon e arrestato in via Berthollet.