23 marzo 2019
Aggiornato 17:30
Droga

E' guerra aperta allo spaccio in San Salvario, 6 stranieri in manette 

In quasi tutti i casi gli spacciatori hanno cercato di darsi alla fuga costringendo i militari a inseguirli per le vie del quartiere, reagendo in modo violento contro gli operatori
Controlli dei carabinieri di Torino nel quartiere di San Salvario
Controlli dei carabinieri di Torino nel quartiere di San Salvario Diario di Torino

TORINO - I controlli non si fermano mai e, negli ultimi giorni di agosto, i militari della Compagnia San Carlo e della stazione di San Salvario, hanno effettuato 6 arresti per spaccio, in flagranza di reato, nel quartiere San Salvario. In quasi tutti i casi, gli spacciatori hanno cercato di darsi alla fuga costringendo i militari a inseguirli per le vie del quartiere, reagendo in modo violento contro gli operatori, talvolta procurando anche delle lesioni ai carabinieri.

ARRESTI -  Le operazioni di arresto si sono verificate tra il 18 agosto e la fine del mese. In manette il diciottenne Malal Diaye, nato in Gabon, sorpreso in corso Massimo d’Azzeglio durante l'attività illegale di spaccio; Jambe Elhaji, ventitrenne nato in Gambia, arrestato nel parco del Valentino;  il senegalese Lo Mora, arrestato in via Berthollet, pregiudicato e senza fissa dimora; Sall Lama, 30 anni, anche lui senegalese e irregolare sul territorio nazionale. Scoperti il flagranza di reato anche il ventitreenne Diop Ndiaya e Pepe Sow, 18 anni, nato in Gabon e arrestato in via Berthollet.