20 novembre 2017
Aggiornato 14:00
In aeroporto a Madrid

Persa durante lo scalo in aeroporto, la gattina Sole ritrovata dopo un mese e mezzo

La padrona aveva lanciato una petizione e fatto volantini anche in spagnolo. A ritrovarla un operatore dell’associazione Vidas de Gato

Sole con il suo salvatore Borja San Juan (© Silvia Pitarresi)

MADRID - Una storia che ricorda tanto il film «The Terminal» in cui Tom Hanks vive all’interno dell'Aeroporto Internazionale "John Fitzgerald Kennedy». Silvia Pitarresi, torinese, ha ritrovato il suo gatto Sole dopo un mese e mezzo di incessanti ricerche nel modo più assurdo: dalla Spagna, precisamente dall’aeroporto Barajas di Madrid, le è arrivata una foto e un messaggio da Borja San Juan, un operatore dell’associazione Vidas de Gato. La sua gatta era stata ritrovata dopo che, durante un viaggio dal Marocco all’Italia con scalo spagnolo, Sole, che era stata messa dentro un trasportino, era misteriosamente sparita. «Buongiorno», aveva pubblicato sui social network Silvia, «scrivo disperata  perché l’11 luglio mentre mi recavo da Torino a Marrakech con volo Iberia con scalo a Madrid, è stata smarrita dal personale la mia gattina Sole».

50 GIORNI DA SOLA - La gattina è sopravvissuta e sta bene. In questo mese e mezzo ha badato da sola a se stessa, trovando rifugio e da mangiare all’interno dello stesso aeroporto, dove poi è stata ritrovata. E sembra un piccolo miracolo visto che quando è stata smarrita la gabbietta era ancora nella zona di scalo, in «un’area riservata e chiusa, orrenda, pericolosa, oltre che molto vasta», scriveva la proprietaria, «un tunnel sotterraneo con accesso a due rampe che collegano i gates». Sole ce l’ha fatta ugualmente e ora l’incubo per lei è finito ed è pronto il ritorno a casa grazie soprattutto alla tenacia di Silvia che non si è mai arresa e anzi ha dato vita alle ricerche con continui messaggi su internet, una petizione e un tappezzamento di volantini anche in spagnolo.

IL COMUNICATO DI IBERIA - Ritrovata la gattina, anche la compagnia aerea Iberia ha espresso la sua contentezza tramite un comunicato stampa, evidenziando come abbiano sempre continuato le ricerche e scusandosi. «Ci dispiace per l’accaduto e siamo contenti che la vicenda si sia conclusa per il meglio. Trasportiamo ogni giorno tanti animali e non ci è mai successo niente del genere. Il trasportino è stato trovato aperto e non escludiamo, purtroppo, che il fermo della gabbietta fosse già rotto perché difettoso».

Il volantino in spagnolo

Il volantino in spagnolo (© Sagrario Ferrado Gonzalez)