19 giugno 2019
Aggiornato 13:00
Cronaca

Folle inseguimento in Barriera di Milano, l'auto dei pusher si scontra contro quella della polizia

I pusher sono stati arrestati dopo un lungo inseguimento in auto e a piedi. Dopo l'operazione messa a segno, tre agenti della polizia hanno dovuto ricorrere a cure mediche

TORINO - Prosegue senza sosta la lotta contro il fenomeno dello spaccio nel quartiere di Barriera di Milano. Nella serata di ieri, tre spacciatori sono stati arrestati dagli agenti di polizia dopo un lungo inseguimento per le vie del quartiere, una fuga terminata con lo scontro tra la vettura guidata dai pusher e quella dei poliziotti. In manette sono finiti tre cittadini marocchini d’età compresa tra 26 e 29 anni, tutti con precedenti penali alle spalle.

LA FUGA - Tutto è iniziato in via Banchette, dove gli agenti del Commissariato Barriera Milano hanno intimato l’alt alla vettura con a bordo i pusher, monitorata da tempo dai poliziotti. Il conducente però ha ignorato le indicazioni degli agenti ed ha tentato una fuga, accelerando. Ne è nato un inseguimento a folle velocità per le vie del quartiere: l’auto con a bordo gli spacciatori ha più volte messo in pericolo altri utenti della strada sino a quando, in corso Grosseto angolo via Confalonieri, il conducente ha tentato una manovra per cambiare senso di marcia ma è andato a collidere con due auto della polizia.

L’ARRESTO - Dopo l’impatto, il 29enne alla guida ha tentato la fuga a piedi, non prima di disfarsi dello stupefacente e delle numerose banconote in possesso. Un tentativo vano perché dopo una colluttazione con l’agente che l’aveva rincorso, il fuggiasco è stato bloccato. La stessa sorte è toccata agli altri due pusher fermati dai poliziotti: nelle tasche sono stati trovati 15 grammi di cocaina e 2000 euro in contanti. A casa del 29enne sono stati rinvenuti 60 grammi della stessa sostanza stupefacente e materiale per il confezionamento delle dosi. Dopo l’operazione, tre poliziotti hanno dovuto ricorrere alle cure mediche, tutti e tre con prognosi di 10 giorni.