19 dicembre 2018
Aggiornato 03:00

Sciopero Gtt: il 23 settembre si fermano bus e tram, disagi per il derby della Mole

Le sigle sindacali Fast Confsal e Faisa Cisal hanno indetto 24 ore di sciopero per tutto il personale Gtt. Previsti disagi, rispettate le fasce protette: «Ci giochiamo un’altra partita, quella del nostro futuro»
Sciopero dei mezzi Gtt sabato 23 settembre
Sciopero dei mezzi Gtt sabato 23 settembre (Diario di Torino)

TORINO - I mezzi pubblici si fermano ancora. Sabato 23 settembre,  per ben 24 ore, i bus e i tram della città si fermeranno a causa di uno sciopero indetto dalle sigle sindacali Fast Confsal e Faisa Cisal. Sono previsti disagi, soprattutto perché la data dello sciopero coincide con quella del derby della Mole tra Juventus e Torino. Non è un caso che lo sciopero sia stato indetto proprio per quel sabato, giorno in cui migliaia di torinesi e non si sposteranno con i mezzi pubblici per raggiungere lo stadio: «Ci giochiamo un’altra partita, quella del nostro futuro».

LA PROTESTA - I motivi della protesta? «Contrastare un sistema inefficiente e poco trasparente, oltre che costoso». Nonostante molti lavoratori incroceranno le braccia, saranno comunque garantite le fasce protette nei seguenti orari: dalle ore 6:00 alle 9:00 e dalle 12:00 alle 15:00. Peccato che la partita si giochi alle 20:45. Per quanto riguarda il servizio extraurbano invece la ferroviaria canavesana e la Torino-Ceres, i treni saranno garantiti da inizio servizio alle ore 08:00 e dalle ore 14:30 alle 17:30. Tra voci di tracollo finanziario, polemiche e scioperi, la situazione in casa Gtt è più che mai tesa.