17 dicembre 2018
Aggiornato 13:00

Sgozzato in via Di Nanni, muore in ospedale il 34enne aggredito nell’area pedonale

E’ morto questa mattina all’ospedale Maria Vittoria dopo essere stato ferito gravemente da un connazionale nella tarda serata di ieri. Arrestato l’aggressore, si tratta di un marocchino di 40 anni
Il luogo in cui è avvenuta l'aggressione
Il luogo in cui è avvenuta l'aggressione (Google Street View)

TORINO - Non ce l’ha fatta il cittadino marocchino di 34 anni sgozzato nella tarda serata di ieri con un coccio di bottiglia nella zona pedonale di via Di Nanni. E’ deceduto questa mattina, intorno alle 9.30, all’ospedale Maria Vittoria dove era stato trasportato d’urgenza in codice rosso. Troppo profonda la ferita alla gola provocatagli da A.S., suo connazionale di 40 anni, già arrestato nella notte poco distante dal luogo dell’aggressione per tentato omicidio. A seguito del decesso del ferito l’imputazione è diventata omicidio volontario.

L’AGGRESSIONE - Da quanto riferito dalla polizia, l’aggressione è avvenuta alle 23.30 nell’area pedonale di via Di Nanni, all’angolo con via Volvera. Il tutto sarebbe nato per futili motivi, probabilmente per una questione legata a soldi di modesta entità. Durante il battibecco è scattata l’aggressione e il ferimento all’arteria giugulare. Quando sul posto è arrivata la polizia, chiamata da alcuni residenti che avevano visto l’uomo a terra in una pozza di sangue, l’aggressore era già fuggito.

L’ARRESTO - Sono subito cominciate le ricerche dell’aggressore con i pochi elementi a disposizione. Ci sono volute quasi tre ore per trovarlo. L’arresto è avvenuto in via Monginevro, di fronte al civico numero 43, distante solo pochi metri da dove era avvenuta l’aggressione. In manette è finito A.S., cittadino marocchino di 43 anni, pregiudicato e inottemperante all’Ordine del Questore di lasciare il territorio nazionale.