18 agosto 2019
Aggiornato 11:00
Cronaca

Attimi di paura al Lingotto, minaccia l'ex fidanzata con una pistola: «Torniamo insieme»

Le indagini dei carabinieri hanno permesso di accertare che le minacce e le violenze fisiche duravano da nove mesi. La pistola utilizzata nell'ultimo episodio intimidatorio è risultata essere un’arma giocattolo

TORINO - Erano circa le 7 di questa mattina, sabato 9 settembre, quando i carabinieri della stazione Borgata Lingotto hanno tratto in arresto Valeriu Hachi per maltrattamenti in famiglia. Pare infatti che l'uomo, moldavo di 46 anni, si fosse appostato sotto casa dell'ex fidanzata e l'avesse minacciata con una pistola per costringerla a riprendere la relazione con lui. La donna, anche lei moldava e di tre anni più grande dell'uomo, è riuscita fortunatamente a scappare e ad avvisare i carabinieri.

L'ARRESTO - I militari, in collaborazione con il Nucleo Radiomobile di Torino, hanno tratto in arresto Hachi che, tra le altre cose, è risultato essere in Italia senza fissa dimora. In seguito, le indagini hanno permesso di accertare che le minacce e le violenze fisiche duravano da nove mesi. La pistola utilizzata nell'ultimo episodio intimidatorio invece è risultata essere un’arma giocattolo.