19 novembre 2017
Aggiornato 22:00
Intervento dei pompieri

Rischia di cadere dal balcone in piena notte, bambino di un anno salvato in via Cigna

La madre si trovava al lavoro e il piccolo sarebbe dovuto essere con un amico che, però, è stato trovato addormentato sul divano. La Procura dei Minori ha aperto un fascicolo su quanto avvenuto

TORINO - Se i vigili del fuoco fossero arrivati più tardi forse ora staremmo parlando di una tragedia. Sabato notte, racconta La Stampa sul proprio quotidiano, intorno alle 3 una donna ha segnalato ai pompieri che un bambino, di un anno, era da solo sul balcone di un appartamento in via Cigna, si sporgeva e rischiava di arrampicarsi su una sedia lasciata fuori da casa. Quando i vigili del fuoco sono riusciti a entrare nell’appartamento,  hanno trovato un ragazzo poco più che ventenne addormentato sul divano, le porte finestre del balcone aperte e il bambino ancora miracolosamente lì.

LA MAMMA A LAVORO - Indagando la verità è emersa a galla. La mamma del piccolo, una 27enne romena, lavora in un bar poco distante dall’alloggio e quella sera era uscita di casa intorno alle 23. Sarebbe tornata prima delle 4. Vista la sua assenza aveva incaricato un connazionale di 22 anni di tenergli a bada il bambino, ma questo, durante la serata, si era addormentato con il balcone rimasto aperto. E il piccolo, svegliatosi all’improvviso, era stato attirato dalle luci e dai rumori esterni.

INDAGINE - La Procura dei Minori di Torino ha aperto un fascicolo su quanto è avvenuto. Al momento però non ci sarebbero indagati, né la madre né l’amico sono stati iscritti sul registro.