23 marzo 2019
Aggiornato 18:00
Viabilità

Finiti i lavori per il grattacielo della Regione Piemonte, riapre il sottopasso Lingotto

Da domani, 15 settembre, come da cronoprogramma, riapre al traffico il sottopasso. In questi due mesi sono stati fatti lavori di adeguamento della rete di sottoservizi
Sottopasso Lingotto da corso Unità d'Italia
Sottopasso Lingotto da corso Unità d'Italia

TORINO - I lavori iniziati lo scorso 14 luglio, nell’ambito degli interventi per la realizzazione del grattacielo della Regione Piemonte, sono terminati e domani sarà riaperto al traffico veicolare il sottopasso Lingotto. Questi hanno consentito lo svolgimento dei lavori di adeguamento della rete di sottoservizi nel tratto di intersezione con la nuova galleria sotterranea, in particolare della rete di fognatura.

RIAPERTURA GRADUALE - La riapertura del sottopasso Lingotto avverrà intorno alle ore 9.30. Non sarà aperto tutto e subito: per prime saranno liberate le uscite su corso Corsica, via Ventimiglia e corso Unità d’Italia, a seguire gli ingressi da via Ventimiglia, corso Unità di Italia e corso Corsica.

NUOVO SOTTOPASSO - E’ cosa già nota, il grattacielo della Regione porterà con sé una grossa novità: un nuovo tratto di sottopasso veicolare che collegherà il grattacielo stesso e il sottopasso attuale Lingotto. Un modo per decongestionare e rendere più fluido il traffico in una zona che vedrà sorgere un nuovo e importante edificio. I lavori di realizzazione del nuovo tratto dureranno circa due anni e per sei mesi è probabile che vi siano modifiche e parzializzazioni del traffico veicolare. Per tutta la durata dei lavori, non sarà accessibile la rampa di collegamento tra il sottopasso e l’area dei parcheggi Lingotto.