26 settembre 2017
Aggiornato 11:00
Tragedia di Matteo Penna ed Elisa Ferrero

Matteo Penna inizia a camminare, seppur a fatica: ma non ricorda nulla dell’incidente

Non potrà testimoniare al processo perché i suoi ricordi si fermano a qualche ora prima del tragico incidente di Condove dove Elisa Ferrero, la sua fidanzata, ha perso la vita

Matteo Penna ed Elisa Ferrero (© )

TORINO - Continua il calvario e la lenta ripresa di Matteo Penna all’ospedale Cto dove, lo si sa solo oggi, quando è entrato quel tragico 9 luglio era a un passo dalla morte. Il giovane torinese però ce l’ha fatta e oggi sa del decesso della sua fidanzata Elisa Ferrero, sa che c’è stato un incidente drammatico e sa che non sarà facile tornare a una vita normale. Però sa queste cose perché gli sono state raccontate, lui non ricorda nulla, ha perso la memoria, come se avesse rimosso tutto per protezione di se stesso: questa è la spiegazione dei medici.

NIENTE TESTIMONIANZA - A breve inizierà il processo che vede Maurizio De Giulio, l’autista cinquantenne del furgone che ha travolto la moto con Matteo ed Elisa in sella, accusato di omicidio volontario. A questo non prenderà parte Matteo Penna in qualità di testimone. Avendo perso parzialmente la memoria non potrebbe essere d’aiuto per la ricostruzione di quei momenti, parte dei quali sono visibili in un video ripreso da una telecamera di sorveglianza piazzata proprio di fronte alla rotonda in cui è avvenuto l’impatto.

RICORDA POCO - A quanto si apprende, la memoria di Matteo Penna si sarebbe fermata qualche ora prima dell’incidente. Ricorda la notte precedente alla tragedia, come l’aver dormito in un camper e di aver programmato una gita con la sua Elisa in motocicletta. Niente più. Del diverbio con Maurizio De Giulio non sa dire nulla, così come della mancata precedenza che ha scatenato quest’ultimo. Niente di niente. Le sue condizioni però sono in lento miglioramento: seppur è ancora lontana la sua dimissione dal Cto, ha iniziato a camminare supportato da un girello e a parlare. Anche se Elisa per il momento non l’avrebbe ancora nominata.