26 settembre 2017
Aggiornato 12:30
Cronaca

Pensionata spinta nell’androne, aggredita e rapinata: mattina da incubo in piazza Barcellona

E’ stata rapinata ma sta bene, nonostante segni evidenti della rapina e un bernoccolo in testa. La vittima ha riconosciuto il suo aggressore, era già stato arrestato quattro volte

Carabinieri (© ANSA)

TORINO - Mattinata tutt’altro che tranquilla quella di ieri per una pensionata di 86 anni. La donna è stata aggredita e rapinata nell’androne di casa da un uomo, un marocchino, che l’ha prima seguita e poi spintonata all’interno dell’androne di casa. E’ successo tutto tra piazza Barcellona e via Vagnona. L’ottantaseienne, madre di un ex consigliere della Circoscrizione 4, stava rincasando quando, una volta aperto il portone del palazzo in cui risiede, è stata spinta da dietro da qualcuno che le ha immediatamente afferrato la collanina che indossava. La pensionata, colta alla sprovvista, ha comunque provato a reagire quando si è sentita tirare anche la borsa, ma una nuova spinta l’ha fatta cadere sul pavimento e sbattere la testa su un gradino.

SOCCORSI - Il figlio della vittima è stato avvertito da una vicina di casa. Le urla e richieste di aiuto della donna non si sono sentite all’esterno del palazzo perché il rapinatore aveva appositamente chiuso bene il portone. Trasportata al pronto soccorso dell’ospedale Maria Vittoria, la pensionata si riprenderà presto nonostante il bernoccolo in testa, i segni dello strappo della collanina e lo shock per quanto avvenuto. Oltre a questo, ha fratture al braccio destro.

RAPINATORE RICONOSCIUTO - Di quanto avvenuto sono stati informati i carabinieri i quali, raggiunta la vittima, le hanno mostrato alcune fotografie in cui lei ha riconosciuto l’uomo che l’ha aggredita. Si tratta di un marocchino già fermato quattro volte per reati simili e puntualmente rilasciato. Ora i militari dell’Arma si sono messi nuovamente sulle sue tracce.