26 settembre 2017
Aggiornato 11:00
Cronaca

Tenta il suicidio gettandosi nel Po, immediato l'intervento dei soccorsi

Si tratta di un ventinovenne russo con problemi psichiatrici, attualmente ricoverato all'ospedale Molinette di Torino. Un caso simile si è verificato nella giornata di venerdì 15 settembre, a buttarsi in quell'occasione è stato un anziano di 81 anni

Ponte Balbis (© MuseoTorino)

TORINO - Era ormai determinato a togliersi la vita, ma prima di gettarsi nelle acque del fiume Po ha deciso di fare una telefonata al 112 per racconatare ciò che stava per accadere. Immediato l'intervento dei carabinieri che si sono recati sul ponte Balbis e hanno trovato l'uomo in procinto di buttarsi. E' stato probabilmente un inconscio tentatico di chiedere aiuto quello che ha spinto in ventinovenne russo a chiamare il 112. Il giovane si trova attualmente ricoverato all'ospedale Molinette di Torino e pare che soffra di problemi psichiatrici.

SUICIDIO - Un caso simile si è verificato nella giornata di venerdì 15 settembre, quando a volersi togliere la vita gettandosi nel Po era un anziano di 81 anni. L'uomo è stato salvato da un gruppo di canottieri che si trovavano a passare sotto il ponte di corso Vittorio Emanuele II in quel momento. Trasportato d'urgenza all'ospedale Mauriziano di Torino, l'anziano avrebbe raccontato di non avere una famiglia e di fare fatica a sopravvivere con la sua sola pensione.