26 settembre 2017
Aggiornato 13:00
Cronaca

Blitz antidroga al Valentino, 200 carabinieri bloccano l'accesso al parco 

I militari hanno bloccato ogni possibile ingresso al parco, in modo tale da evitare il classico "fuggi fuggi" degli spacciatori alla vista dei militari. Allo stesso tempo, un elicottero sta perlustrando la zona

Maxi retata al parco del Valentino (© Diario di Torino)

TORINO - Duecento carabinieri sono impegnati oggi, domenica 17 settembre, in un controllo antidroga a tappeto del parco del Valentino. I militari hanno bloccato ogni possibile accesso al parco, di modo da evitare il classico "fuggi fuggi" degli spacciatori alla vista dei militari. Contemporaneamente un elicottero sta perlustrando la zona. L'operazione è iniziata intorno alle 15 di questo pomeriggio e, al momento, sono decine le persone fermate dai carabinieri e condotte in caserma per essere identificate.

RETATA - I militari hanno circoscritto l'area che va da corso Vittorio Emanuele II fino a Torino Esposizioni. Sono supportati nelle operazioni dagli agenti della polizia municipale e dall'unità cinofilia. Indispensabile in questa fase l'aiuto dei cani per scovare i nascondigli degli spacciatori. «Ringraziamo i Carabinieri e il comandante provinciale, Emanuele De Santis, per l'operazione al Valentino, coordinata dalla Procura di Torino e dal dottor Andrea Padalino, con il supporto della Polizia Municipale e della Guardia di Finanza» ha commentato la prima cittadina Chiara Appendino, affiancata dall'assessore comunale alla Sicurezza Roberto Fianrdi. «Come istituzioni abbiamo il dovere di riappropriarci degli spazi pubblici, ripristinando la legalità e rendendo il territorio sicuro per i nostri cittadini».