20 febbraio 2019
Aggiornato 05:30
Guida al Buio

Festa dell’Uva, sorpresa Appendino: la sindaca bendata alla prova della «Guida al buio»

La prima cittadina ha partecipato all’iniziativa organizzata dall'Associazione Pro Retinopatici e Ipovedenti: «Si è trattato di un gesto sensibile e coraggioso» afferma il presidente di APRI Onlus
Chiara Appendino ha partecipato all'iniziativa «Guida al buio»
Chiara Appendino ha partecipato all'iniziativa «Guida al buio»

TORINO - Tra i tanti eventi e appuntamenti organizzati durante la domenica ecologica, spicca senz’altro «Guida al buio» in corso Svizzera durante la «Festa dell’Uva»: un’iniziativa organizzata dall'Associazione Pro Retinopatici e Ipovedenti  (A.P.R.I.-onlus) e la Scuola Guida Campidoglio di Torino che permetteva ai passanti di provare a guidare un’auto completamente bendati, in un percorso sicuro e protetto. Tra gli oltre 100 cittadini che hanno voluto partecipare all’iniziativa, anche la sindaca Chiara Appendino ha voluto provare l’ebrezza di vivere quest’esperienza.

LA PROMESSA - Al termine della «Guida al Buio», Appendino ha confessato di essere emozionata e di essersi sentita disorienta durante i primi minuti della prova. Finito il percorso, la sindaca ha espresso la propria solidarietà nei confronti dei non vedenti torinesi: «Cercheremo, nei limiti del possibile, di rendere la nostra città sempre più accessibile ed attenta alle necessità dei disabili visivi». Soddisfatto Marco Bongi, presidente dell’APRI Onlus: «Siamo onorati di questa visita, si è trattato di un gesto di squisita sensibilità. E’ stato un atto di coraggio, visto che molti politici non se la sono sentita di guidare bendati». Prima di salutare tutti i partecipanti, Appendino ha rivolto ai non vedenti una promessa: «Vi aspetto a Palazzo Civico». Un messaggio chiaro, che esprime la volontà di risolvere parte dei problemi oggi irrisolti della categoria.