20 novembre 2017
Aggiornato 18:01
Cronaca

Dopo una settimana di ricovero 85enne muore in ospedale: era malato di legionella

L’AslTo3 ha avviato indagini per capire dove possa essere stata infettata la vittima. L’uomo, prima di morire, ha girato diverse strutture sanitarie piemontesi: è caccia al batterio

L'uomo è deceduto in ospedale, dopo una settimana di ricovero (immagine d'archivio) (© ANSA)

RIVOLI - Giallo nel mondo della sanità piemontese: negli scorsi giorni, all’ospedale di Rivoli, un uomo di 85 anni è morto dopo una settimana di ricovero. Il motivo? Una legionellosi contratta prima di arrivare in pronto soccorso. Una situazione che ha subito allertato i medici dell’AslTo3 che hanno immediatamente avviato indagini per risalire al batterio che ha infettato la vittima. 

LE INDAGINI - Un percorso a ritroso complesso, ma necessario per stabilire la verità: l’uomo, da due anni era ospite di una casa di riposo della Consolata a Beinasco. A causa della rottura di un femore era però stato portato all’ospedale San Luigi per essere operato. Lo step successivo? Il centro di riabilitazione, prima di arrivare all’ospedale di Rivoli a causa di un peggioramento delle condizioni. E’ qui che dopo una settimana di ricovero, il pensionato è deceduto. I medici hanno accertato il caso di legionellosi e la notizia ha ovviamente creato allarme, soprattutto nella casa di riposo che per due anni ha ospitato l’85enne: le indagini sono state aperte il 12 settembre, con prelievi i campioni d’acqua presso la casa di riposo che verranno analizzati da Arpa. Alcuni test sono stati eseguiti anche all’ospedale San Luigi. Nessun allarme dunque, ma controlli attenti e minuziosi.