20 febbraio 2019
Aggiornato 06:00
Guardia di Finanza

Giochi pericolosi, vestiti e prodotti per la casa: sequestrati 300.000 «articoli cinesi»

I baschi verdi della Guardia di Finanza hanno rinvenuto la presenza di materiali pericolosi. I prodotti inoltre non avevano la necessaria documentazione indispensabile per la vendita: denunciato un imprenditore cinese
I controlli della Guardia di Finanza
I controlli della Guardia di Finanza

TORINO - Giocattoli, articoli per la casa e vestiti. Tutto rigorosamente pericoloso o privo delle indicazioni necessarie nelle etichette. La Guardia di Finanza di Torino è intervenuta in un noto market a Cumiana, sequestrando oltre 300.000 articoli non conformi e pericolosi. Nei guai è finito il titolare del market, un imprenditore cinese che, denunciato, ora rischia fino a 4 anni di carcere.

I PERICOLI - I baschi verdi hanno trovato 35.000 giocattoli pericolosi per i bambini. I valore della merce? 360.000 euro, una cifra altissima. Nel suo market, l’imprenditore vendeva gli articoli cena alcuna indicazione circa i dati dell’importatore, la presenza di sostanze pericolose e le modalità di smaltimento. Il tutto comportava un rischio evidente per la sicurezza degli acquirenti. L’assenza di indicazioni infatti non consentiva di risalire e ricostruire la filiera di approvvigionamento della merce e la relativa documentazione tecnica. Numerose le irregolarità riscontrate dai «Baschi Verdi» del Gruppo di Torino: dalla frode in commercio alla violazione delle norme in materia di Sicurezza dei Giocattoli sino alla vendita di cose con impronte contraffatte.