21 ottobre 2017
Aggiornato 21:00
Cultura

La Venere di Botticelli «torinese» lascia i Musei Reali: destinazione Tbilisi, Georgia

Dal 4 ottobre al 30 novembre l’opera d’arte sarà esposta presso la Galleria del Museo Nazionale Georgiano come rappresentante dell’Italia per il progetto «Valori universali»

La mostra «Venere incontra Venere» alla Galleria Sabauda (© Diario di Torino)

TORINO - Dopo averla ammirata la scorsa estate insieme alla «sorella» berlinese, la Venere di Botticelli dei Musei Reali di Torino si appresta a riprendere il tour autunnale come ambasciatrice della cultura italiana nel mondo. Dal 4 ottobre al 30 novembre l’opera d’arte farà tappa a Tbilisi, presso la Galleria del Museo Nazionale Georgiano, dove sarà protagonista di un allestimento speciale, tanto che sarà collocata in una sala unica a lei dedicata.

VALORI UNIVERSALI - L’iniziativa si inserisce all’interno delle celebrazioni per il venticinquesimo anniversario del ristabilimento delle relazioni diplomatiche italo-georgiane, che fece seguito al riacquisto dell’indipendenza georgiana nel quadro della dissoluzione dell’Urss. Da qui il nome «Valori universali». La Venere di Botticelli «torinese» sarà anche la protagonista di una campagna di comunicazione articolata in diverse puntate: «Botticelli, la bellezza», in cui la Venere di Torino è archetipo di bellezza e simbolo di una centralità italiana sulla scena culturale georgiana.